Cerca nel Blog

PMI manifatturiero al top ovunque, tranne che in Francia

Scritto il alle 12:46 da Danilo DT

Indici Markit Eurozone Manufacturing PMI in miglioramento ovunque, tranne che per Parigi che continua a perdere terreno. A breve Crisi Francia?

Nelle precedenti settimane avevano già sottolineato il fatto che la Francia fosse in questo momento la “grande malata d’Europa”.
Passata in un momento dove sembrava si creasse il vero duopolio dell’Eurozona (Merkozy), oggi la Francia si trova in profonda difficoltà.
La società Markit  ha pubblicato i dati sull’indice PMI manifatturiero. Ed ecco cosa ne deriva.

Final Eurozone Manufacturing PMI at 52.7 in December (31 – month high)

Rising output and fuller order books encourage manufacturers to hold off from further job cuts

New export orders continue to rise at solid pace

Come potete vedere, anche la nostra Italia è sopra l’area critica di 50, ai massimi da 32 mesi. Ma guardate ancora lla Grecia, sempre sotto 50 ma ai massimi da 52 dicasi 52 mesi. E la Francia? Pluff… 47, area recessione con il minimo degli ultimi 7 mesi. Nessun dubbio su chi ci si deve focalizzare prossimamente… E nessun dubbio sul fatto che la Francia entra così di diritto nell’Europa “debole”, assieme ai paesi del Sud,

STAY TUNED!

Danilo DT

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai, contattami via email.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

I need you! Sostienici!

Buttate un occhio al nuovo network di Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

§ Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news dal web §

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
PMI manifatturiero al top ovunque, tranne che in Francia, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Lascia un commento
kry

La loro fortuna è che il mercato fa finta di non accorgersi e i tassi sul decennale non sono decollati. Sarebbe anche interessante seguire lo sviluppo dell’interscambio Germania-Turchia a eguito della svalutazione del 10% del try.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 2 gennaio 2014 at 15:20
lucianom

Negli ultimi 3 anni la svalutazione del TRY è stata del 50%, il10% solo nell’ ultimo mese. Scusa solo per la precisione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 2 gennaio 2014 at 20:19
kry

lucianom,

Si hai ragione, non si deve mai dare niente per scontato e per la fretta, mi sono mangiato ” nell’ultimo mese ” ,ma almeno sbilanciati con qualche tua previsione. Per me questa svalutazione qualche problemino lo farà nascere.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 2 gennaio 2014 at 21:13

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 2 gennaio 2014 at 22:33
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

S&P 500: quale performance per il 2015?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+