Piazza Affari per molti è “buy opportunity”. E oggi è meglio dell’Europa.

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Confronto tra indice FTSEMIB e Stoxx 600. E finalmente la nostra borsa vince in ambito di forza relativa (per ora)

Sembra quasi che la nostra borsa stia ritrovando quell’energia che oramai era data per persa. Certamente hanno influito anche le importanti operazioni chiuse da BlackRock. Il gigante USA ora possiede il 5% di Intesa SanPaolo e altrettanto dicasi per Unicredit (5,246% del capitale).
Quindi Piazza Affari protagonista e presa di mira…da investitori, da traders, da speculatori?
Non possiamo dire con certezza quale sia la “mission” di questi investitori. L’unica banalità che mi sento di dire è che di certo non sono venuti a comprare azioni italiane per rimetterci.

Come ho scritto in altra sede, sono dubbioso sul fatto che siamo enti di mutuo soccorso e quindi potrebbero essere flussi “di passaggio”, ma in questo momento occorre prendere tutto il buono possibile e comportarsi di conseguenza.
Quello che voglio farvi notare è questo grafico. Mette a confronto il nostro FTSEMIB con lo Stoxx 600 Europe.
Risultato dell’analisi: oggi il FTSEMIB ha una forza relativa rispetto alla “media Europea”. Il che rappresenta, nel suo piccolo, un’importante inversione di tendenza. Significa che Piazza Affari è tornata ad essere presa in considerazione. Soprattutto le sue banche (tutti in fase di ristrutturazione e rafforzamento patrimoniale).

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!)

STAY TUNED!

Danilo DT

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui, contattami via email.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

I need you! Sostienici!

§ Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news dal web §


VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Piazza Affari per molti è “buy opportunity”. E oggi è meglio dell’Europa., 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenti (n° 4)Commenta

  1. theghost scrive:

    guarda caso si parla di buy opportunity oggi che siamo a 21000……nessuno lo scriveva a 13000 o a 15000 ….. film già visto e rivisto :D

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. atomictonto scrive:

    In effetti prendendo il G7 si nota una cosa: tutti i listini sono sui massimi storici o molto vicini tranne il fuzzy che sta a meno di metà dei massimi storici (48.479 a Febbraio del 2000).
    Capisciammè… ;-)
    Ci sarà volatilità nei prossimi 16-18 mesi ma sale sale sale…
    Da noi ormai (da fine anni ’90) c’è la moda di piangerci addosso, i piccoli imprenditori han capito da due decenni che “c’è crisi” è la parola magica per tirare sui prezzi dei fornitori e sottopagare i dipendenti (esperienza personale passata)…ma in realtà continuiamo a “fatturare” come paese 1,8 trilioni di dollari all’anno, ergo il fuzzy prima o poi si allinea secondo me.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. john_ludd scrive:

    La rischiosità dei mercati va giudicati sulla base di:

    1) analisi dei flussi di liquidità in ingresso/uscita
    2) quantità di capitale locale allocata sul mercato di rischio locale (la borsa ma anche un’ampia categoria di obbligazioni)
    3) della quantità di denaro locale NON allocato ma allocabile sul mercato di rischio locale. Questo comprende anche l’esistenza o meno di una banca centrale autonoma in grado di fornire un supporto diretto o indiretto in fase di criticità.

    Il caso italiano è semplice da giudicare in quanto tutti e 3 gli elementi sono critici. In sostanza il mercato italiano è assimilabile a un mercato di frontiera il cui principale “vantaggio” per lo speculatore è la valuta a cambio fisso con il marco tedesco. L’investitore italiano, essendo italiano, si troverà condizionato a sovra investire sulla propria borsa ritenendola un mercato maturo e non uno stagno speculativo. Per i fondi esteri, il nostro è quello che è veramente, una possibilità di guadagno rapido ad elevato rischio “controllabile” per via del cambio fisso; ma nessuno di essi alloca più che una modesta o persino risibile porzione dei propri asset. Tuttavia basta che BlackRock con 3 trilioni di attivi (10 volte la capitalizzazione di Piazza Affari) vi allochi lo 0,5% per fare esplodere il mercato. Ma per BlackRock la perdita eventuale del 30% dello 0,5% sarebbe solo una piccola seccatura.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. john_ludd@finanza,

    Concordo. Mercato da “mordi e fuggi” il che lo rende in caso di correzione MOLTO più volatile rispetto agli altri, anche per via della sua struttura molto esposta al mondo bancario e poco a quello industriale.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)