PETROLIO: PREZZO, RISCHI E OPPORTUNITA’

Scritto il alle 10:23 da Danilo DT

pozzo-arabo.jpgSulle quotazioni del petrolio tanto si è già parlato in passato. Per non annoiarvi, non andrò a rispiegare le dinamiche che hanno portato ad un vero e proprio crollo del prezzo sia del Brent che del WTI. Vi rimando alla CATEGORIA PETROLIO dove troverete tutte le informazioni necessarie.

In estrema sintesi, oserei dire una cosa. Ciò che lo ha spinto in alto, lo ha poi spinto in basso.

Speculazione.

Certo l’andamento dei consumi e delle riserve hanno avuto il loro peso, ma mi sento di escludere categoricamente che una commodity abbia la possibilità di perdere il 60% in pochi mesi senza una componente speculativa fortissima.

Ok, il prezzo è giusto?

Impossibile poter dire qual è oggi il “prezzo giusto”. C’è chi parla di 70 $/bar, che chi dice 100 $/bar.Ma come sempre sarà il mercato a determinare il prezzo giusto del petrolio. Resto comunque del parere che è quantomai una normativa che monitori e regolarizzi l’operatività sui derivati e in particolar modo sulle materie prime, in preda ai traders e agli hedge funds.

A difesa del prezzo del petrolio, l’Opec recentemente ha tagliato la rpoduzione. Ma le quotazioni non sono salite.I motivi? Leggetevi I motivi del crollo dei mercati (CLICCA QUI) e capirete il perché. A questi elementi, aggiungiamoci poi un dato recentissimo, ovvero la vittoria di Barack Obama alle elezioni USA. Ulteriore elemento a sfavore del petrolio.

Ma andiamo oltre a questi dati e buttiamo un occhio ai grafici, senza però MAI dimenticare quanto scritto nel post sopra segnalato (e quindi le varie correlazioni).

 

Petrolio: grafico weekly

 

petrolio settimanale wtiIl grafico settimanale del petrolio è quantomai interessante. Come potete vedere l’arco temporale considerato è di 10 anni. Siamo partiti dalla”tragicomica” quota di 10.35$/bar, per poi raggiungere in 9 anni quota 147 $/bar. Una performance del 1322 %. Chapeau. E i motivi li ho descritti sopra.

Però facciamo attenzione allo scenario. Ora siamo appoggiati su un doppio livello chiave:

 

1 – ritracciamento di Fibonacci del 61.8%2 – contatto con la trendline gialla di lungo periodo

 

Inoltre:

 

a) RSI a livelli bassissimi (storicamente si può vedere cosa è successo)b) MACD a livelli eccessivamente negativic) Medie mobili tutte perforate al ribasso

 

A vedere il grafico, possiamo dire che il momento per il petrolio è molto importante. Fondamentale, come detto in passato, la tenuta di quota 62.5 $ e quindi della trendline di lungo. In caso di violazione c’è un forte rischio di un ritorno in area 40 $/bar.

Tenendo conto delle varie relazioni intermarket, in particolr modo con oro e dollaro, ritengo che, a queste quotazioni, malgrado la vittoria di Obama alle elezioni USA, un cippino sul rialzo del petrolio ci potrebbe proprio stare.

 

STAY TUNED!

 

NB: amici lettori, sostenete il blog! CLICCA QUI per capire come sostenere l’iniziativa. Anche un piccolo contributo può essere importante. GRAZIE!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+