PREZZO PETROLIO: FONDO DEL BARILE?

Scritto il alle 10:00 da Danilo DT

barile.jpgC’è poco da fare. Il mercato lo si deve accettare così com’è. L’alternativa è non accettarlo ma, in tal caso, conviene dimenticarlo proprio, in quanto andare contro il mercato, con una volatilità così alta, significa farsi del male. E questo è valido sia per l’azionario che per le altre assets class.
In questa sede inizierei a riprendere in considerazione l’oro nero, il petrolio, in versione WTI. (ndr: dovessimo analizzare il Brent cambierebbe ben poco).

La cosa che oggi mi è risultata evidente ed assolutamente particolare è il -100. Percentuale? No, di valore. Il petrolio ha avuto il coraggio di perdere in 5 mesi la bellezza di 100 $/bar. Il massimo lo ha registrato a luglio, ovvero 147 $/bar. Oggi siamo sotto i 46 $/bar.

Non voglio entrare nuovamente in merito al prezzo corretto per il petrolio , tantomeno tornare sul tema dell’evidente speculazione che ha macchiato questa commodity negli ultimi anni.
La mia vuole esser un’analisi di dove potrebbe finire l’oro nero e cercare di scoprire se siamo arrivati “al fondo del barile”. Cerchiamo di andare avanti col discorso.


Un danno per lo sviluppo del settore

petrolio cftcNon possiamo non citare l’influenza del rallentamento economico e la decisione di rinviare i tagli di produzione come elementi che non hanno fatto che aumentare la debolezza del petrolio. Non possiamo dimetnicare i dati dell’EIA, recentissimo, ma non possiamo dare la colpa solo a questi fatti già attesii.
Innanzitutto parliamo di speculazione e correlazione.
E a questo proposito andiamo a vedere questo grafico.
E’ un sovrapposto un po’ complesso ma interessante. Ho inserito nel’ordine:

 

1-Quotazioni WTI (bianco)
2-Open interest (viola)
3-Total Long Traders (verde)
4-Total Short Trades (rosso)

 

Potete notare tanto per cominciare che la speculazione, grazie al deleveraging degli hedge funds in primis ha portato ad una diminuzione degli Open Interest, ma poi nemmeno tanto.
Morale: la speculazione sul petrolio è ancora molto presente

 

 

Il punto d’arrivo

petrolio settimanale demarkMa quindi, dove ce lo possiamo aspettare il petrolio? Il grafico presentato un po’ di tempo fa deve essere aggiornato. La trendline è stata forata, il potenziale “doppio minimo” pure e quindi dobbiamo cercare un altro appoggio. Ed è un livello di Gann a darci il prossimo appiglio a quota 40 $/bar.
Quindi non posso assolutamente escludere una ulteriore correzione fino in area 40 $/bar.
Qui a fianco trovare un grafico weekly del WTI. E’ un po’ particolare ma è interessante.
Innanzitutto trovate al nuova linea target, pari al 75% del movimento rialzista.
Inoltre noterete che proprio questa settimana il conteggio del Combo di DeMark ha portato una importante novità, Ovvero il raggiungimento dell’area 13 del countdown. Un’indiscutibile occasione per un rimbalzo consistente. La parola ora va al mercato.
L’unica cosa che posso dire che , giunti a questo punto, meglio aspettare gli eventi, anche se effettivamente le potenzialità di un eccellente e “grasso” rimbalzo sono assolutamente realistiche.

 

STAY TUNED E….. VOTATE! CLICCATE QUI per vedere come fare!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+