Ottime le notizie dal mondo del lavoro: -190 mila occupati.

Scritto il alle 15:54 da mattacchiuz

244 mila nuove buste paga nonfarm sono state rilevate in aprile dal BLS, mentre il tasso di disoccupazione è leggermente aumentato al 9.0%. A beneficiare maggiormente della positiva situazione sono stati i settori dei servizi alle industrie, la manifattura e il compartimento minerario.

Secondo i dati dell’ Household Survey, il numero complessivo di lavoratori negli Stati Uniti è decresciuto di 190 mila unità. Ma non conta nulla, l’importante è che ci sia scritto “più” davanti ai nonfarm. Poi se complessivamente il numero di lavoratori diminuisce, non importa.

13 milioni e 700 mila persone sarebbero disoccupate ufficialmente ad aprile mentre il tasso di disoccupazione è salito di 0.2 punti percentuali al 9.0%.

Il settore privato ha contribuito alla creazione di 268 mila nuovi posti di lavoro rispetto al mese di marzo, mentre se si considerano i recenti minimi avuti nel febbraio del 2010, si devono registrare “ben” 1 milione e 800 mila circa lavoratori nonfarm in più. Nello stesso intervallo temporale, l’espansione del settore privato è stata di 2 milioni e 100 mila lavoratori.

Gli impiegati nel settore retail sono cresciuti di 57 mila. In particolare ne hanno approfittato la merceria in generale ( +27000 ), l’elettronica ( +6000 ), l’edilizia ( 6000 ma non si sa come… ) e le autorimesse ( +5000 ).

Tra coloro che registrano i miglioramenti più consistenti si devono annoverare i servizi  professionali ( + 51000 ): dalla consulenza tecnica e manageriale  ( +11000 ) a quella informatica ( +8000 ). Variano di poco gli impieghi temporanei, sintomo di una stabilizzazione sempre più consolidata.

Al solito non conosce freno l’health care che anche ad aprile inanella uno straordinario risultato: +37000 nuove buste paga! Le mammelle al silicone pare non passino di moda… .

Estremamente positivo anche il risultato per il settore del divertimento e del tempo libero che contribuisce al risultato di oggi con ben 46000 nuovi lavoratori assunti. Negli ultimi 3 mesi questo settore ha evidenziato una crescita di 151 mila impiegati, in particolare nel settore del cibo e dei bar! Fate conto che da sola Mcdonalds aveva assunto per la settimana del 19 aprile, 62 mila impiegati per un evento societario di cui non sono informato affatto, ma lo ha detto la Goldman!

Decrescono ancora gli impiegati statali e governativi e non solo per quanto riguarda il settore educazione.
Anche la manifattura e l’industria produttiva hanno aggiunto nuovi posti di lavoro. 29000 sono infatti i nuovi impiegati nelle catene di montaggio, ma non solo. Particolarmente buono il dato per l’industria mineraria, che mette 11000 uomini al lavoro. Solo questo settore, dall’ottobre del 2009, ha visto crescere di 107000 i proprio impiegati.
Nelle costruzioni non vengono invece indicate variazioni significative.

Approfondisco, per chi fosse interessato ad avere maggiori numeri, la serie dei dati di oggi.

Manterrò la spero chiara notazione per cui tra parentesi inserisco, laddove siano disponibili, le letture preliminari.

Forza lavoro

Dati in migliaia Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011
SA 153246 153406 153421
NSA 152635 153022 152898

Sembra finalmente stabilizzarsi anche questo delicato parametro. Dopo le sferzate con cui la crisi aveva colpito l’insieme di coloro che o hanno un impiego o hanno espresso la volontà di cercarne uno, la tendenza appare decisamente orientata al miglioramento. Peccato per quei sei-otto milioni di persone, perlopiù sotto i 50 anni, che sono state di fatto escluse, per ora, da qualsiasi tipo di ripresa. Ma solo “destagionalmente” parlando. Il dato non destagionalizzato è invece indice di ulteriore contrazione, tra l’altro va registrata l’ennesima anomalia che vede diminuire la forza lavoro non destagionalizzata e aumentare ( come vedrete poco )  enormemente, ma seguendo un ben preciso pattern stagionale, il livello di occupazione non destagionalizzato..

Livello di occupazione

Dati in migliaia Febbraio 2011 Marz0 2011 Aprile 2011
SA 139573 139864 139674
NSA 138093 138962 139661

Eccoci al vero dato complessivo della giornata. Se siete ottimisti vi consiglio di guardare solo il dato non destagionalizzato che cresce di qualcosa come 700 mila occupati. Purtroppo quello destagionalizzato, che se positivo rappresenta quello “realmente importante”, mostra invece una contrazione di 190 mila unità. Meglio pensare ai nonfarm.

Livello di disoccupazione

Dati in migliaia Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011
SA 13673 13542 13747
NSA 14542 14060 13237

Anche in questo caso si nota la presenza di una forte componente stagionale. Livello di disoccupazione in aumento sensibile se si considera il dato destagionalizzato, fortissima contrazione se invece si considera quello non destagionalizzato. Tutto comunque in linea con quanto finora indicato. Febbraio, marzo e aprile risultano essere ancora una volta tra i mesi migliori dell’anno.

Impiegati settore NONFARM (non agricolo…)

Dati in migliaia Febbraio 2011 Aprile 2011
SA 130563

(130522)

(130515)

130784

(130738)

131028
NSA 128994

(128982)

(128999)

129919

(129907)

131088

Ed eccoci anche al dato superstar! Uno dei migliori degli ultimi anni! 244 mila nuove buste paga indicate dalla destagionalizzazione che corrispondono ben superiori  1 milione 169 mila del dato non destagionalizzato. Uno dei migliori mesi di sempre!

Impiegati nel settore privato

Dati in migliaia Febbraio 2011 Marzo Aprile 2011
SA 108363

(108342)

(108298)

108594

(108572)

108862
NSA 106515

(106527)

(106503)

107335

(107360)

108494

Molto bene il settore privato dei nonfarm, in particolare, come si può ben dedurre dal dato di prima, se viene considerato l’incremento non destagionalizzato. Più di un milione di persone sono state messe al lavoro il mese scorso. Eccezionale.

Impiegati full time e part time

Dati in % Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011
SA 112660 112775 112484
NSA 110731 111186 111844
Dati in % Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011
SA 26878 27087 27088
NSA 27361 27776 27817

Poco da dire per questi due, se non che anche per essi il pattern stagionale è forte. In ogni caso, pare che in linea di massima, pur in presenza di una riduzione destagionalizzata nel numero di impiegati fulltime, la situazione sia piuttosto stabile. Nei part time ci sono anche quelli di Mcdonalds.

Modello CES Net Birth/Death Model

Per completare la carrellata dei numeri assoluti, non mi resta ora che valutare il contributo del modello CES Net Birth/Death Model. Questo mese esagerato, il contributo del modellino è stato di ben 175 mila posti di lavoro aggiuntivi. Vi ricordo che scopo di un simile aggiustamento è quello di riuscire a stimare, con pessimi risultati viste le tendenze degli ultimi anni, i posti di lavoro creati e che sfuggono, per le dimensioni ridotte delle entità coinvolte, al controllo statistico.

Tasso di disoccupazione

Dati in % Febbraio 2011 Marzo Aprile 2011
SA 8.9 8.8 9.0
NSA 9.5 9.2 8.7

Sale lievemente la disoccupazione percentuale destagionalizzata in virtù del fatto che è aumentato il livello generale di disoccupati a fronte invece di un incremento impercettibile della forza lavoro ( si deve fare la differenza… ). Moto bene la disoccupazione non destagionalizzata, che ovviamente beneficia della riduzione della forza lavoro e della conseguente contrazione del livello di disoccupazione, nonché ovviamente dell’aumento degli impiegati!

Percentuale di popolazione che lavora

Dati in % Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011
SA 58.4 58.5 58.4
NSA 57.8 58.1 58.4

Qui purtroppo siamo ancora in altissimo mare. Vi ricordo che numeri simili, benché in miglioramento se visti su base non destagionalizzati, sono roba da anni 80… prima che le donne iniziassero a lavorare in massa…!

Filtro U6: tasso di disoccupazione in senso ampio

Come sicuramente molti di voi sapranno, accanto al tasso di disoccupazione ufficiale se ne colloca uno “ufficioso”, definito su una base molto più ampia e che considera anche le persone che hanno smesso di cercare lavoro perché stufe, stanche, disperate, scoraggiate, scoglionate, incapaci, fuori tempo massimo o che semplicemente sono solo marginalmente inserite in un qualche ambiente lavorativo. Tale statistica, nota come “filtro U6” è comunque prodotta dal medesimo ufficio, e per aprile i numeri sono i seguenti:

Dati in % Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011
SA 15.9 15.7 15.9
NSA 16.7 16.2 15.5

Già tutto detto nella definizione stessa di disoccupazione in senso ampio. Se vista dal lato destagionalizzato, in tutti questi mesi il miglioramento è stato minimo.

Food Stamp

Termino l’odierna carrellata con gli ultimi dati disponibili in merito ai cambiamenti registrati nel mese di febbraio riguardo al numero di persone che beneficiano dei 133.24 dollari mensili che il governo concede loro per sostenerle nell’alimentazione basilare.

Finalmente sembrerebbe che la fase più acuta si sia conclusa. Solo 11 mia 517 persone in più hanno fatto ricorso a febbraio a questo sfortunato meccanismo di sussistenza, mentre il numero totale sale a 44 milioni 199 mila 391. quasi il 15% della popolazione americana vive sotto la soglia di povertà, ma spende, spande, investe in case pagandole in contanti, compra dispositivi elettronici, risparmia di più, non percepisce l’inflazione e investe in borsa.

Forse dal mese di marzo ( è la terza o la quarta volta che lo scrivo ) potremo finalmente vedere il segno meno davanti all’incremento, sempre in accordo con l’unica legge dell’economia ancora in piedi: “prima o poi inverte”!

Ne approfitto per unirmi al coro di tutti coloro che trovano incredibile la serie di strane coincidenze che hanno accompagnato le ultimi decisioni dell’amministrazione Obama. Dalla scarsa trasparenza riguardo agli eventi che hanno portato alla cattura e all’uccisione di Osama, per non parlare di tutte le anomalie comunicative, le foto false, le dichiarazioni politiche smentite dal capo stesso della CIA Panetta, il ricorso a elicotteri mai visti primi, il blackout delle comunicazioni tra i militari e la “base” per finire ai 10 – 12 layers che compongono il documento spacciato come fotocopia dell’atto di nascita del presidente, sembra l’amministrazione tutto voglia fare eccetto che chiarezza. Ma lascio perdere immediatamente, visto che di fatto per noi è letteralmente impossibile verificare alcunché. Dobbiamo solo credere, avere fiducia. In fondo, le armi di distruzione di massa, qualcuno le aveva vendute a Saddam… !

Con questo è tutto, ciao e a presto!

Mattacchiuz

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
7 commenti Commenta
absolutebeginner
Scritto il 6 maggio 2011 at 16:46

Principiante tra i principianti in questo mondo finanziario, da tempo lettore di questo magnifico blog (grazie DT!) per la prima volta scrivo: bravissimo Mattachiuz. Analisi sublime.

Sempre grato per i Vs. sforzi,
AB

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 6 maggio 2011 at 16:54

Eh si! Ottime notizie… hahahaha…. Grande matta! :mrgreen:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 6 maggio 2011 at 17:10

absolutebeginner@finanza,

Nickname che fa molto David Bowie… Benvenuto tra noi! :D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 6 maggio 2011 at 17:16

si abbastanza buone, basta solo guardare il numero migliore e far finta di nulla sugli altri!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 6 maggio 2011 at 17:32

Complimenti per la chiarezza Mattacchiuz :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

absolutebeginner
Scritto il 6 maggio 2011 at 18:23

Dream Theater: absolutebeginner@finanza,
Nickname che fa molto David Bowie… Benvenuto tra noi!   

Grazie mille del benvenuto Dream!
David e non solo. Nel senso che in questo mare magnum della finanza sono proprio… Beginner. :|

Grazie quindi per questa tua/vostra iniziativa veramente istruttiva ed informativa che per uno come me è estremamente utile ed illuminante.

Spero in modo del tutto “beginner” di contribuire, a cominciare con domande probabilmente banali, ma almeno… coraggiose!!! :D

Grazie ancora e complimenti!

AD

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 6 maggio 2011 at 18:47

no no tu le domande falle, che in linea di massima servono più a noi che a voi…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+