Corea: ombre di guerra sui mercati finanziari

Scritto il alle 08:00 da Danilo DT

Link finanziari e rapido flash sui mercati

Se fino a qualche settimana fa c’era il sole e qualsiasi nuvolone veniva spazzato via dal dolce vento del rialzo, oggi accade tutto il contrario.

Tutte le news vengono viste negativamente, i dati buoni sono sottovalutati e quelli negativi enfatizzati. E poi il fato vuole che più fattori si sommino. Tensione sui periferici, PIGS sotto effetto contagio. La BCE fa le corse per evitare danni ulteriori.

La situazione dell’euro è «eccezionalmente» seria, ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel a una conferenza a Berlino. La Merkel ha sottolineato che l’Irlanda è causa di «grande preoccupazione», perché dimostra che la crisi finanziaria ed economica globale non è ancora finita. Ha poi definito «positivo» il meccanismo del piano di aiuti messo a punto dall’Europa, anche se Dublino – ha avvertito – dovrà fare scelte dure di austerity per ottenere la concessione degli aiuti. Per il cancelliere la crisi dell’Irlanda è «diversa» da quella greca ma «non meno preoccupante». (Corriere)

Ma i problemi non sono solo qui. Vedi il clamoroso fatto coreano.

Venti di guerra: colpi di artiglieria dalla Corea del Nord contro la Corea del Sud spaventano il Mondo. In un primo momento sembrava essere stata convocata d’urgenza una riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu ma questa notizia è stata poi smentita.
L’attacco di Pyongyang è stato «intenzionale e pianificato» e costituisce una «chiara violazione dell’armistizio» tra le due Coree ha detto il ministero degli Esteri di Seul. Opposta la versione di Pyongyang: abbiamo riposto al fuoco. (Corriere)

Fatti che non possono che demolire il sentiment di mercato. E il tutto accade proprio alla fine di un tiratissimo trend, in ipercomprato. Magia dei mercati. Strana casualità? Mettetela come volete. Intanto però la debolezza permane ancora e difficilmente ce la scrolleremo di dosso nel breve.

Come sapete The Trender continua con il suo short. Ma non escludo aggiornamento nelle prossime sedute, aggiornamenti potrebbero interessare sia la qualità e la tipologia del sottostante, come la polarità. Quindi, possibile il ricordo alla leva due, sia al rialzo che al ribasso, magari utilizzando anche altri prodotti che non sono il solo SPY.

E stasera… TRENDS….

Link Finanziari e News (24-11-2010)

Mercati finanziari, macroeconomia e crisi Irlanda e PIGS

Mercati finanziari

  • Bond: la correzione è più che un evento passeggero (Barrons)
  • Perché non aspettarsi un crollo dei mercati (Reuters)
  • Insider trading: cosa c’entra  con gli investitori? (ZH)
  • Gold Platinum Ratio (SH)

Macroeconomia e News

  • Corea del Nord vs Corea del Sud: inizio delle ostilità (WSJ)
  • Cina, Krugman e il ruolo della finanza (CWD)
  • E chi guadagna dalla crisi Euro? La Cina (baseline)
  • Tasso disoccupazione: grafico virtuale (Economix)

Debito pubblico e crisi

  • Kenneth Rogoff e la ristrutturazione del debito Irlanda (NYT)
  • Salvataggio Irlandese e rischio contagio (Bloomberg)
  • La vera storia sul salvataggio Irlanda (CNBC)
  • Barry Eichegreen e la ricetta per l’area Euro (5B)
  • Merkel: Irlanda è una cosa seria (Corriere)

Colgo l’occasione di ricordare a tutti il libro dell’amico Andrea Mazzalai, buttate un occhio cliccando QUI, ne vale la pena.

E voi, invece, cosa avete letto di interessante? Scrivetelo nei commenti!

Problemi con gli articoli in inglese? Inserite il link in questo traduttore!

Ovviamente siete tutti invitati non solo a commentare le notizie ma anche a inserire voi stessi link finanziari che possano essere utili alla comunità.


Clicca e Vota questo articolo su Wikio!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Corea: ombre di guerra sui mercati finanziari, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Tags:   |
12 commenti Commenta
ottofranz
Scritto il 24 novembre 2010 at 08:58

Dream, questi quando gli si accende la spia della riserva sparano un colpo ! E secondo me, i fili elettrici del cruscotto hanno una deviazione eh eh eh

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

luciano60
Scritto il 24 novembre 2010 at 09:09

Assalto della speculazione alla Spagna: sangue nell’arena
Websim – 24/11/2010 09:02:13
Ci siamo sbagliati per difetto: la decisione di intervenire a sostegno all’Irlanda, invece di sedare gli animi, ha fornito nuova linfa alla speculazione al punto tale che ora non si accontenta più di un bocconcino come il Portogallo (il più ovvio dopo Grecia e Irlanda), ma va ad attaccare direttamente la vittima potenzialmente più succulenta dei PIGS ovvero la Spagna.

Lo spread tra il rendimento del decennale spagnolo e quello tedesco ha toccato proprio oggi i nuovi massimi da quando esiste l’euro a quota 236 punti base.

Ora il rendimento del bono spagnolo è al 4,90% (+18 punti base rispetto a ieri) e si confronta con il 2,54% del bund tedesco (-11 pb) considerato ben più sicuro.

Pretesto per scatenare la tempesta sul cielo di Spagna è stato l’esito dell’asta di stamattina. Il Tesoro ha collocato più di 3 miliardi di euro di obbligazioni con scadenza a 3 e 6 mesi a rendimenti molto più elevati rispetto al mese scorso. Il tasso medio per i bond a 3 mesi è salito all’1,743% dallo 0,951% dell’asta del 26 ottobre, quello dei bond a 6 mesi è salito al 2,111% da 1,285%.

Il grafico seguente indica l’evoluzione “drammatica” del differenziale tra bund e bono

E’ quasi superfluo a questo punto guardare a quello che è successo al Portogallo, dove il rendimento del decennale è schizzato al 6,74% (+22 punti base rispetto a ieri) con naturale allargamento dello spread con bund tedesco ai massimi storici a 434 punti base.

http://www.websim.it

AVANTI IL PROSSIMO….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 24 novembre 2010 at 09:13

luciano60@finanza,

Come volevasi dimostrare… :roll:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

luciano60
Scritto il 24 novembre 2010 at 09:18

Dream Theater: luciano60@finanza,
Come volevasi dimostrare…   

…e vista la debolezza del nostro indice è ormai certo che presto saremo noi sotto tiro ..mi sa che è dato per certo…ma non è certo che ne usciremo interi .. :(:(

ps. presto donaz. ma però ho molti problemi a vedere compass…sabato non ho visto niente…sono impedito io o ci sono problem ??

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 24 novembre 2010 at 09:37

luciano60@finanza,

te l’ho girata via email cartacea, visto che c’erano problemi. Prova a controllare!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 24 novembre 2010 at 09:39

luciano60@finanza,

e fanno bene gli speculatori! FANNO BENE!! tanto alla fine non gli viene dato esattamente quello che vogliono? o sbaglio? invece che risolvere i problemi li stanno solo facendo aumentare! VIVA LA SPECULAZIONE allora!

a no già. La FED e la BCE, il fondo monetario internazionale, la banca di sti caxxi, hanno il potere di salvare le nazioni, piegare la storia, creare ricchezza, ma non quello di fermare 4 speculatori?? si si… dobbiamo continuare a berci ste porcate immense!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 24 novembre 2010 at 09:39

mi dicono che alcuni banchieri riescono anche a camminare sulle acque….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lucianom
Scritto il 24 novembre 2010 at 09:50

Matta:
I banchieri si, Obama invece…….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 24 novembre 2010 at 09:56

lucianom,

o ma come fai??? come faiiiii??? :-)

sei un pelo mattacchione pure tu è…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

daino
Scritto il 24 novembre 2010 at 10:55

Al momento stanno mostrando forza relativa sia l’oro che il petrolio: entrambi con un eurusd in caduta libera dovrebbero trovarsi molto più in basso. Mentre sull’oro si può dire che è la situazione coreana a tenere alti i prezzi per il petrolio è più difficile capire le motivazioni se al rapporto eurusd si aggiunge l’insasprimento nella politica monetaria cinese. A mio avviso la distorsione è causata dalla fed: vendo azioni europee ma mi tengo quelle americane e le materie prime in quanto ho il vento della fed in poppa. Ovviamente questo discorso, sopratutto sulle materie prime, vale se la fase di instabilità rientra a breve, altrimenti non gli resta che recuperare il tempo perduto.
Non allego il grafico dell’ eurusd dove stamattina è stato superato l’importante valore di 1,3334 ma quello del gas che per quanto si sappia che il relativo etf debba essere tenuto in mano il meno possibile, si fa interessante:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

50 cent
Scritto il 24 novembre 2010 at 11:21

Corpo di mille supporti!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 24 novembre 2010 at 13:03

Interessante tabella:
http://economicsfreenews.blogspot.com/2010/11/peripheral-euro-zone-remains-under.html

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+