Messaggio per la BCE: non tutti i bond Eurozona vanno per la stessa strada

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Come è noto, domani è il D-Day per la Bce. E tutti sono curiosi di vedere che cosa ci racconterà il buon Mario Draghi. Ben pochi pensano in un qualcosa di veramente aggressivo, almeno per ora. Intanto non possiamo negare che il mercato sta veramente prendendo delle pieghe strane.
Se fino a qualche mese fa tutto il mercato obbligazionario ragionava sulel stesse dinamiche di “risk On” e “risk Off”, in queste ultime settimane qualcosa sta cambiando.
E lo si vede bene da questo grafico di Bloomberg.

Sono state messe a confronto tre rendimenti differenti:

1) Titoli di Stato (BTP) Italia a 5 anni
2) Titoli corporate Italiani
3) Titoli corporate tedeschi

Come potete notare, ultimamente i titoli di stato italiani hanno avuto un rally spaventoso (con conseguente abbassamento del rendimento) mentre i titoli corporate sono restati abbastanza stabili.
Qual è il messaggio che riceviamo da questo grafico?
Se mai sarà QE Europeo, sarò molto probabilmente un QE molto diverso da quello USA. I prezzi dei titoli di stato sono già enormemente elevati. Protagonisti quindi gli ABS?

In questo post ne abbiamo parlato e …

…lo abbiamo anche “sondaggiato”.

La parola a Mario Draghi…

STAY TUNED!

Danilo DT

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

I need you! Sostienici!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Messaggio per la BCE: non tutti i bond Eurozona vanno per la stessa strada, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenti (n° 2)Commenta

  1. Re- inserito il grafico che non era visibile.