Cerca nel Blog

Mercati in preda ad uno stato confusionale

Scritto il alle 09:32 da Danilo DT

Politica monetaria, quantitative easing, default Irlanda e mercati finanziari. Link finanziari e News

Devo ammettere che questa sera (leggerete questo post domani mattina) sono in forte difficoltà, in quanto sul web non riesco a trovare nei miei siti amici indipendenti (parte dei quali poi vi propongo) uno spiraglio di luce. Ovunque viene fotografato uno scenario di caos, confusione, indecisione, dubbi, paure.

La FED è ferocemente contestata negli USA, tanto che addirittura si sta facendo una petizione contro il quantitative easing.

In Europa la vicenda default Irlanda prende il sopravvendo. Il salvataggio, per carità, è sicuro. Ma cosa significa salvare? NON significa risolvere ma spostare in avanti il problema. Un paese con un deficit/PIL oggi superiore al 30% e una situazione fuori controllo costringerà nei prossimi anni ad una rinegoziazione, modo elegante che vuol dire default pilotato con abbattimento in quota capitale dei bond.

E la Grecia, da tutti (!!!?!?!) lodata per gli splendidi risultati arrivati con il piano di austerity? Peggio che andare di notte. La Grecia torna nel limbo, col suo deficit per il 2009 oltre il 15%, il peggiore in Europa. Torna il rischio default Grecia.

E il contagio colpisce il Portogallo.

Morale: la domanda non è più se questi paesi rinegozieranno. La domanda è QUANDO lo faranno. Il che è molto peggio.

E i mercati finanziari? Loro seguono coordinate diverse, ancora drogati ed influenzati in modo determinante dalla politica monetaria. Ma ormai ci siamo abituati anche se è innegabile il fatto che la forza rialzista, quell’energia che ha spinto al rialzo equità, commodity e bonds, è venuta meno.

Segno che le cose stanno per cambiare. Segno che i nodi pian piano verranno al pettine. Segno che bisogna tenere alta la guardia.

Ora una carrellata di link finanziari (web financial links).  Buona lettura!

Politica monetaria

  • Lettera aperta a Ben Bernanke (WSJ)
  • I repubblicani, i democratici, la FED e il quantitative easing (EW)
  • I paradigmi fondamentali si sono rotti (ZH)
  • Il Quantitative easing è un grave errore (Pragcap)
  • Secondo altri invece sta già avendo effetti positivi (PragCap)
  • Morgan Stanley (Roach): la FED sta creando uno tsunami finanziario (BBC)
  • Politica Monetaria infernale! (FS)

Mercati finanziari

  • I ritorni delle varie asset class con il QE II (Reuters interactive)
  • Mercato azionario palesemente sopravvalutato (BI)
  • 11000 del Dow Jones contano molto meno che in passato (DailyFin)
  • Dollaro USA: dal suo comportamento dipendono le altre asset class (FS)
  • Analisi COT SP500 (la concorrenza di Lukas!) (FS)
  • Se l’oro è in bolla, quando arriverà ai massimi? (SH)
  • Si stanno scontando alcuni eccessi bullish (IP)

Rischio Default Irlanda e debito PIIGS

  • Ultimatum all’Irlanda per il bailout (Cluster)
  • Irlanda ed i rischi di un deja vu europeo (CWD)
  • Che fare se non un salvataggio? (FT)
  • E l’UE conferma l’acquisto di debito sovrano a sostegno del mercato, ma non è QE (CWD)
  • Esposizione delle banche europee al debito pubblico Irlanda (Telegraph)
  • Ma se l’Irlanda sta male, che dire della Grecia? (Independent)

Varie

  • Consumer Metrics Institute: Growth Index, in lieve ripresa, in linea con l’ECRI (Dshort chart)
  • Marc Faber: dove andremo a finire? (IP)
  • Nuova contrazione massa monetaria M3 (Shadow) (pragcap)

E voi, invece, cosa avete letto di interessante? Scrivetelo nei commenti!

Problemi con gli articoli in inglese? Inserite il link in questo traduttore!

Ovviamente siete tutti invitati non solo a commentare le notizie ma anche a inserire voi stessi link finanziari che possano essere utili alla comunità.


Vota questo articolo su Wikio!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Mercati in preda ad uno stato confusionale, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Lascia un commento
lucianom

All’inizio dell’anno quasi tutti noi avevamo previsto che fra alti e bassi le borse chiuderanno l’anno quasi invariate (S&P intorno a 1110-1130, range nei sondaggi ultimo classificato) e così forse sarà malgrado molti nel frattempo hanno cambiato idea.

Scritto il 16 novembre 2010 at 10:36
lucianom

Nei mercati nebbia più assoluta

Scritto il 16 novembre 2010 at 10:41
daino

Grafico molto interessante sul grano:

si nota una rottura del trend ascendente con volumi forti sostenuti (deboli invece il giorno del rimbalzo); anche il macd è negativo. L’irs è basso ma prima di bassare in ipervenduto ce n’è parecchio

Scritto il 16 novembre 2010 at 11:46
Lukas

lucianom i rialzisti ad oltranza…….si sono dileguati ?

mattia ci saranno tensioni ribassiste non solo sul grano…….ma su tutte le materie prime !!!!

Scritto il 16 novembre 2010 at 15:30
vichingo

Mi sembra di aver detto che poco dopo il qe 2 i mercati stornavano. Ora sparo un’altra previsione: fine Novembre orso e piano piano a Dicembre si torna con il toro, con l’sp500 di nuovo sopra i 1200. Me lo ha detto e sottoscritto Babbo Natale Bernie. 8)

Scritto il 16 novembre 2010 at 17:33

vichingo,

Non so se ci prendi, però al momento i mercati si muovono come previsto: ricordate quando dicevo che il vecchio detto “buy in rumors & sell on news” calzava a pennello per il QE? Detto e fatto. Cotto e mangiato (ah…no…quella è un’altra cosa…).
Il bello che non si può nemmeno dire che vendiamo fumo.
The Trender parla chiarissimo, dico bene? :wink:

Scritto il 16 novembre 2010 at 18:19
vichingo

Dream Theater,

E’ stato un caso se ci ho preso, ma spesso l’esperienza insegna che non bisogna mai enfatizzare il trend e ad ogni salita, troppo repentina e senza senso, segue una discesa abbastanza “dolorosa”. Sto pensando, tra un po’ di rientrare, ma non ho la sfera di cristallo per vedere dove arriverà questo storno. :roll:

Scritto il 16 novembre 2010 at 18:33
50 cent

Lukas: lucianom i rialzisti ad oltranza…….si sono dileguati ?mattia ci saranno tensioni ribassiste non solo sul grano…….ma su tutte le materie prime !!!!  

Eccolo il longhistaaa.
Quelli che ritenevo i miei supporti sono chiaramente saltati e quindi in questo momento non posso più vedere il long.
Ho sbagliato a non aprire short quando segnalato e non li apro ora perchè forse è tardi.
Ora mi metto in wait and see.

Scritto il 16 novembre 2010 at 18:46

Aggiornato The Trender
Inviata email! Buona visione!
DT

http://intermarketandmore.finanza.com/13081-2
:D

Scritto il 16 novembre 2010 at 19:08
Lukas

Dream oggi buttano giu’ tutto….. :correlazione classiche quasi perfette mancava solo la correzione dell’equity !!!!

dream non so perchè……..ma ai nostri amici non piace lo short sullo SPY !!!

Scritto il 16 novembre 2010 at 19:10
lucianom

50 cent,

Lukas,

http://stockcharts.com/h-sc/ui?s=$SPX&p=D&b=5&g=0&id=p47978522726

Come avevo già detto, contrariamente a come mi ero comportato da gennaio(vedi grafico) ero short perchè non ho creduto nell’ultimo rally disattendendo alle regole che mi ero dato, sono stato fortunato ma in ogni caso se fossi stato Long avrei guadagnato di più.
Ora secondo il mio sistema è esattamente il momento di mettersi Short avendo anche il FSTO rotto il supporto.Se la rottura verrà mantenuta incrementerò il mio Short.

Dream Theater,

Complimenti per TRENDER l’entrata Short è stata perfetta, ci conto anche per il futuro.

Scritto il 16 novembre 2010 at 21:09
lucianom

L’altro ieri avevo detto di stare attento a chi era short perchè negli ultimi due anni ogni inversione negativa era stata caratterizzata dalla chiusura in un sol giorno di almeno un -2%.
Oggi forse ci siamo a meno che sia una bear trap.

Scritto il 16 novembre 2010 at 21:31
lucianom

http://finviz.com/futures.ashx

L’unica materia prima positiva è Pork Bellies… :o

Scritto il 16 novembre 2010 at 21:38
mattacchiuz

:-) vedevamo anche io a gremlin… ci stavamo scherzando proprio prima!

cmq oggi ad uno dei tanti discorsi di uno dei tanto presidenti delle fed regionali, è stato detto che l’economia americana potrebbe presto stupire con miglioramenti inattesi…

io ho subito pensato che moh quelli del BLS si sono già messi al lavoro per registrare questi miglioramenti….

Scritto il 16 novembre 2010 at 21:43
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Quando alzerà la FED i tassi di interesse ?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+