Cerca nel Blog

MERCATI AZIONARI USA: massima confidenza (come nel 2008)

Scritto il alle 09:40 da Danilo DT

ripresa-economica-usa-dati-lavoro

Che cosa muove i mercati, che cosa fa salire le borse, cosa spinge al rialzo gli indici? Solo fattori macroeconomici oppure i dati di bilancio? O magari ci sono altri elementi ben più eterici che influiscono sulle emozioni delle persone? SI, perché non dimentichiamo MAI che il sistema finanziario globale regge perché ha un collante fondamentale, che tiene attaccati un cumulo di cocci che sarebbero altrimenti una massa di ciotoli inutilizzabili. E questo collante si chiama FIDUCIA.
E la FIDUCIA è fondamentale per qualsiasi ramo del mondo della finanza. Partiamo dal semplice valore del denaro, o ancora il valore di un bond e poi ovviamente la quotazione di un’azione. La fiducia ha quindi un impatto determinante, ed oggi più che mai. E quando la fiducia è elevatissima, proprio come in questo periodo, occorre anche farsi delle domande, in quanto l’eccesso di fiducia è un po’ come una molla che, se troppo tirata, poi salta.
La cosa curiosa la troviamo in questo grafico che va a prezzare qual’ è la percezione del rischio (opposto alla fiducia) di una prossima correzione di mercato nei prossimi 6 o 12 mesi, andando ad analizzare il mercato delle opzioni.

eccesso-fiducia-mercato-azionario-usa-2017

Il risultato deve essere una considerazione statistica interessante, ma non vuole essere un atto di terrorismo mediatico. Per la cronaca, quindi, tali livelli di confidenza (come quelli attuali) si erano visti solo nel 2007-2008. Poi noi tutti sappiamo come è andata a finire, con la crisi subprime ed il fallimento di Lehman Brothers. Questa volta è diverso? Beh, la bolla non è solo sui subprime ma è una bolla molto più ampia, gonfiata dalla generosa liquidità che le banche centrali si stanno riservando di cominciare a riassorbire (si…come no…). La storia ha insegnato qualcosa? Beh, forse si, ma non a tutti. Vedasi ad esempio il buon Trump che vuole rendere il mercato “più libero” e modificare la Dodd Frank Rule.
E quindi? Quindi questa è la situazione, molto tirata ma non ancora così estrema. Ma di certo questo eccesso di fiducia deve cominciare a far venire qualche dubbio.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (5 votes cast)
MERCATI AZIONARI USA: massima confidenza (come nel 2008), 10.0 out of 10 based on 5 ratings
Nessun commento Commenta

Sostieni IntermarketAndMore!
outlook-2017-iam

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Commenti recenti
  • [email protected] su ECONOMIA USA: mi si sono incriccati il PIL ed i consumi! (FLASH CHARTBOOK)
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi
  • [email protected] su ECONOMIA USA: mi si sono incriccati il PIL ed i consumi! (FLASH CHARTBOOK)
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi
  • 元サーファー su ELEZIONI FRANCIA: il vero rischio non è la Le Pen
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi
  • [email protected] su TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi

Google+