Cerca nel Blog

Materie prime: vincenti, perdenti e sentiment

Scritto il alle 15:06 da Danilo DT

Le commodity sono in assoluto l’asset class più performante in questo periodo. La cosa non mi sorprende affatto visto che, in ambito intermarket, la transizione dall’area 4 all’area 5 comporta una forza notevole delle materie prime ed un rallentamento dell’equity.

Ho pensato di sintetizzare in un grafico quali sono le commodity più performanti nelle prime settimane del 2011.

Al top il Cotone e come flop sempre lui, il Gas Naturale.

Sentiment sulle commodity

Ma quali sono le aspettative sulle varie commodity?

Andando a prendere il sentiment dei vari operatori, si scopre che non tutte le commodity hanno un’univoca chiamata, ovvero il Buy. Sul petrolio in molti adesso chiamano cautela mentre altre commodity, come l’oro….
Guardate quindi questa slide, vedrete i vari sentiment sulle principali commodity, con a fianco lo stesso sentiment di 8, 30, 365 giorni prima.
Direi che si possono fare delle valutazioni interessanti…prendete ad esempio il rame, o l’oro o sempre il petrolio…

STAY TUNED!

DT

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!


Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio! CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Materie prime: vincenti, perdenti e sentiment, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Lascia un commento
lampo

Posso suggerire di aggiungere entrambe le slide a Compass settimanalmente?

Scritto il 8 marzo 2011 at 15:15
m75035

quoto Lampo

Nel frattempo il decennale ellenico raggiunge un rendimento superiore al 12%…..ma tutto va bene

Scritto il 8 marzo 2011 at 16:22
mattacchiuz

si si tutto va bene per chi lo aveva acquistato… :-)

Scritto il 8 marzo 2011 at 16:34

lampo,

m75035@finanza,

Okkei ragazzi! Sarà fatto. E mentre che ci siamo, qualcuno ha altre proposte? Almeno così si crea una Compass sempre più in linea con le esigenze dei lettori!
;-)

mattacchiuz,

Hehehe… da quanto è che parliamo di ristrutturazione? Siamo stati tra i primi in Italia, o sbaglio?

Scritto il 8 marzo 2011 at 18:56
andrea.mensa

scusatemi…. ho rischiato di mandare in tilt il blog per inserire il documento che potete trovare qui …. è OT ma credo valga la pena di andare a leggerlo.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8040&mode=&order=0&thold=0

e riporta questa notizia:
In una sorprendente svolta di eventi, il più grande pezzo delle notizie del giorno ha ricevuto appena un trafiletto di due paragrafi sulla Reuters, ed è stato completamente ignorato dai grandi media. Un annuncio apparso poco dopo la mezzanotte sul sito della Banca della Cina popolare.

La dichiarazione, tradotta con google come “Lo spirito pragmatico e pionieristico di promuovere la cooperazione transfrontaliera del commercio con il renminbi tramite un nuovo livello di monitoraggio e analisi” è la seguente:

Scritto il 8 marzo 2011 at 19:08
sakura

Ciao Ragazzi. Nessuno ha voglia di analizzare l’assai anomalo andamento del natGAS? Sembra l’oro negli anno 80. Come non bastasse lo shale pare essere un vero boomerang visto i danni che porta alle falde acquifere. Per quanto tempo i produttori riusciranno ad estrarre e vendere sottocosto? Manipolati i dati macroeconomici, ma anche le quotazioni del natGAS!

Scritto il 8 marzo 2011 at 23:24
smartinvestor

Sorprendente l’ORO, che sembra ignorare del tutto le prospettive di un rialzo dei tassi… :?:

Scritto il 8 marzo 2011 at 23:41

    Perchè l’oro ti sorprende? E’ un asset class che reagisce bene ai rischi di rialzo dei tassi

    Scritto il 8 marzo 2011 at 23:50
mattacchiuz

Pechino, 09 mar – La Cina ha annunciato una spesa di oltre 1.300 miliardi di yuan (142,5 miliardi di euro) quest’anno per abitazioni a basso costo, mentre i prezzi delle case sono alle stelle, escludendo in pratica grandi segmenti della popolazione dal mercato.

praticamente hanno già scritto: PIL +5% solo per questo progetto! :-)

Scritto il 9 marzo 2011 at 09:14
aquilifer

grande mattacchiuz secondo te se il rame non supera i massimi del 15/2/2011

non pensi che l sp 500 non salga piu come e gia accaduto sempre?
http://www.barchart.com/opinions/futures/HGK11

Scritto il 9 marzo 2011 at 11:34
mattacchiuz

aquilifer@finanza: grande mattacchiuz secondo te se il rame non supera i massimi del 15/2/2011non pensi che l sp 500 non salga piucome e gia accadutosempre?
http://www.barchart.com/opinions/futures/HGK11  

e che ne so… qui ormai si segue solo i capricci delle banche… se è vero che JPM deteneva il 90% del rame al LME, come posso io immaginarmi il prezzo?? :-)

non hai idea di quanto mi diaspiaccia non avere idee chiare in merito, ma ormai è tutta speculazione. oro, argento, azioni, bond, nella migliore delle ipotesi si prezza un futuro immaginario.

Scritto il 9 marzo 2011 at 12:02
mattacchiuz

smartinvestor@finanzaonline: Sorprendente l’ORO, che sembra ignorare del tutto le prospettive di un rialzo dei tassi…   

spero che leggerai questo commento.
la tua constatazione meriterebbe qualcosa di più che quattro righe, ma un post potrebbe essere in questo momento fuori luogo.

in generale, la correlazione che tu indichi è una specie di luogo comune.

da quando l’oro è stato lasciato libero, o meglio, da quando gli states sono falliti subito dopo il 70 e per evitare di dirlo hanno abbandonato il gold standard, l’oro si è comportato in maniera decisamente contraria a quanto tu sostieni: più alzavano i tassi, e più l’oro costava. e viceversa. con un rapporto 1 a 10. se la fed alzava dell’1% il tasso di interesse, l’oro incrementava il suo valore del 10%, su base annua.
sta correlazione è venuta meno solo dopo al 1980 quando comunque gli schemi di soppressione del prezzo del metallo giallo sono stati compiutamente implementati dalle banche centrali. e ora che si può accedere a tutta una serie di documenti fino a poco tempo fa secretati, si scopre che dietro c’era pure la CIA ( qui se vuoi trovi qualcosa http://www.gata.org/node/7997 )
ultimamente pare invece che la correlazione sia tornata di moda, salvo nell’ultimo anno.

ma ormai tanti meccanismi sono saltati, e solo Dio sa cosa ci aspetta.

Scritto il 9 marzo 2011 at 12:11
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+