Market focus: Eni è la vittima del giorno , ma occhio alla spinta cinese

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

: Milano peggiore borsa in Eurozona. Atteso in apertura un rimbalzo

Quando meno te l’aspetti, anche i grandi colossi di , quelli che rappresentano la “sicurezza” in borsa, ti fanno lo scherzetto e correggono copiosamente. Mi riferisco chiaramente ad ENI, la vera blue chips difensiva di Piazza Affari, da sempre al di fuori della crisi finanziaria, una macchina da utili con una solidità patrimoniale di primissimo ordine.
Uno scandalo di tangenti in Algeria a cui Scaroni (ovviamente) si dice totalmente estraneo.

La prima reazione a caldo Paolo Scaroni, numero uno dell’Eni, la detta all’Ansa alle 17, venti minuti dopo che la notizia dell’avviso di garanzia a suo carico per corruzione internazionale, nell’ambito dell’inchiesta milanese su una presunta maxi-tangente pagata da Saipem per ottenere appalti in Algeria, viene rilanciata da Repubblica.it e ripresa dalle agenzie di stampa. «Siamo totalmente estranei», si limita a sottolineare l’amministratore delegato. Un’ora dopo arriva il comunicato stampa diramato dal Cane a sei zampe. Poche righe, concordate con l’ufficio legale, come per tutte le comunicazioni societarie, in cui il gruppo, dopo «aver preso atto che la procura ha esteso le indagini nei confronti di Eni e del suo amministratore delegato», ribadisce con forza la totale estraneità di Scaroni e di Eni alle vicende oggetto di indagine. (…) Quando ieri i militari della guardia di finanza sono arrivati negli uffici milanesi e romani di Eni, nonché nell’abitazione meneghina dell’ad, Scaroni non era presente ma si trovava ad Algeri per un incontro con il ministro del Petrolio, Youcef Yousfi. A casa di Scaroni, avvisato telefonicamente dell’arrivo delle fiamme gialle, c’era soltanto il personale di servizio. Da qui, come pure dall’ufficio dell’ad nel quartiere generale di San Donato Milanese, gli uomini della guardia di finanza sono andati via prelevando un computer, mentre non hanno prelevato nulla dalla sede romana del Cane a sei zampe all’Eur. Poi, nel pomeriggio, il numero uno dell’Eni è rientrato a Milano per gestire direttamente la vicenda e concordare la risposta della società all’inchiesta milanese. (Source)

Grafico ENI Intraday di ieri

Dopo il crollo di Saipem, ecco che quindi soccombe (in modo meno evidente) anche Eni influenzando tutta Piazza Afffari che diventa la peggiore borsa d’Europa.
Il pessimismo porta al rialzo anche lo spread BTP Bund.

FLASH NEWS

UE – Continua oggi il Consiglio europeo straordinario, dedicato al bilancio Ue per il periodo 2014-2020. Sembra che i leader europei hanno raggiunto un’intesa di massima che fissa la spesa complessiva a 960 miliardi di euro nei sette anni (dai circa 1.000 miliardi inizialmente previsti).
CINA – E’ sicuramente la notizia più importante dell’ultima ora. In netto rialzo in gennaio sia l’export (+25% vs +17% atteso) sia l’import (+28,8% su previsioni di +23,3%) cinesi, a conferma che il colosso cinese sta ripartendo, con un’inflazione in calo.
EURO – ancora in leggera flessione in area 1.339 anche per il discorso di Draghi di ieri che ha ricordato la bontà di un Euro forte che però va ad inchiodare l’export.

Intermarket Intraday

La griglia intermarket (con ben 12 grafici) che ho ideato ha un timeframe intraday con uno sviluppo di 5 giornate lavorative. Quindi un grafico intraday a 5 giorni. Come già detto, il grafico intermarket intraday ha come obiettivo il cercare di fotografare lo scenario di breve periodo dei mercati finanziari, analizzando cosa è successo nelle ultime giornate di borsa, alla ricerca delle divergenze intermarket intraday.
Partendo dall’alto a sinistra (quadrante 1), e poi proseguendo via via (fino al quadrante 12 in basso a destra) troverete:

1. Future mini SP 500
2. Shanghai Comp Index
3. Bank Index
4. Dax Future
5. VIX Volatility index
6. T Note Gov.
7. Dollar Index
8. Bund Future
9. Future WTI
10. Gold Future
11. Continuous Commodity Index (ex CRB)
12. Future Copper (Rame)

Questa analisi diventa interessante quando si vanno a considerare le divergenze tra le varie asset class. Tali divergenze illustrano eventuali scenari di inversione. Quindi, badate bene, non è un tentativo di prevedere il futuro analizzando semplicemente il trend dei giorni precedenti (che è segnato in azzurro e che se mantenuto, significherà continuazione di tendenza) ma è un modo per cercare di anticipare eventuali cambiamenti di polarità dei mercati.

La prima area (1-2-3-4) EQUITY AREA . Un quadro confusionario e laterale. Non grandi indicazioni di forza relativa. Il mercato, ormai a contatto con massimi importanti, medita sul da fare e cerca di appigliarsi ad elementi per continuare a crescere. Ma mancano gli argomenti al momento. La Cina, oggi , potrebbe essere uno di questi

Seconda area (5-6-7-8) RISK AREA: il VIX lateralizza mentre i bond safe haven crescono bene, con un US Dollar in ripresa. Segnali bearish? Sulla carta si, ma attenzione, mancano conferme.

Terza area (9-10-11-12) COMMODITY AREA . Manca forza relativa. Mercato in attesa se non adirittura debole. Guardate il grafico del CCI, in chiaro down trend. Come anche il rame.

ANALISI DIVERGENZE

Lo scenario resta attendista nel quadro intermarket ma risulta evidente la mancanza di forze del mercato. Occorre linfa per alimentare la spinta. Una linfa che al momento manca. Però stamattina ia Piazza Affari il rimbalzo è d’obbligo, sia per riprendersi un po’ dallo schiaffone di ieri, e sia per i buoni dati cinesi. Ma questa è solo una puntata della saga. La partita da giocare è lunga, molto lunga…

Buona giornata e buon trading a tutti….

Tabella rendimenti Eurozona

Grecia 2 anni 5 anni 10 anni
Portogallo 2 anni 5 anni 10 anni
Irlanda 2 anni 5 anni 10 anni
Spagna 2 anni 5 anni 10 anni
Italia 2 anni 5 anni 10 anni
Belgio 2 anni 5 anni 10 anni
Francia 2 anni 5 anni 10 anni
Germania 2 anni 5 anni 10 anni

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI | Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Market focus: Eni è la vittima del giorno , ma occhio alla spinta cinese, 10.0 out of 10 based on 1 rating
  1. Market focus: continua la “Big Rotation” in un mercato che inizia ad essere un po’ stanco
  2. Market focus: il sentiment si conferma positivo
  3. SP 500: rimbalzo di breve ma occhio alla trendline
  4. Conviene il Collocamento del Bond ENI?
  5. Flash FTSEMIB: occhio alla regressione e alla media mobile

Info su Danilo DT

La corsa è lunga e...alla fine è solo con te stesso (by Big Kahuna) Per sapere CHI SONO, clicca QUI !

Commenti (n° 1)Commenta

  1. Mi domando: possibile acquisto ENI?
    Ammettiamo :wink: che veramente abbiano pagato la tangente, cosa succede :?:
    Tolto un ad, arriva un’altro ad. Ma la commessa è sempre valida?
    Cosa succederà al titolo le prossime settimane?

    Corsa dell’EUR (vs USD e vs JPY) finita o sospesa :?: