Libretto Smart: alle Poste Italiane meglio mantenere le promesse!

Scritto il alle 12:19 da Danilo DT

libretto-smart-poste

Sulle locandine si promette un tasso annuo dell’1.50% lordo. Attenzione però! Tante sono le clausole e limitato il tempo per cui godere dell’interesse maggiorato. E se tutto va bene il rendimento effettivo netto sarà pari nemmeno allo 0.50%. Ecco spiegato perchè.

Alcuni mesi fa avevo denunciato lo “strano ed anomalo” comportamento che le Poste Italiane avevano nei confronti di alcuni prodotti finanziari precedentemente collocati, che non mantenevano (per farla breve) le promesse fatte.
Si poteva anche pensare che fosse un caso isolato. E poi le Poste Italiane fanno capo in modo indiretto allo Stato. Quindi perché pensare che proprio le poste si siano messe a fare truschini per i clienti o ancor peggio pubblicità ingannevole?
Già… perché…
Il perché lo posso immaginare. Intanto però le Poste ci cascano di nuovo, ma stavolta è il caso di dirlo: “errare humanum est, perseverare diabolicum”!

libretto-smart-rendimento

Libretto Smart: si, smart, ma per le Poste!

Premessa: sulla carta, il «Libretto Smart» è stato pensato per fare crescere i risparmi in modo semplice. I titolari potranno assicurarsi un tasso di interesse dell’ 1,50% annuo lordo.
Questo è quanto è scritto sulle locandine presso gli uffici postali ed è quello che al sottoscritto è stato spiegato da un’impiegata delle Poste la quale, ovviamente, non mi conosceva e mi ha visto come potenziale cliente da acquisire.
E io, da buon pesciolino, ho risposto: “Ma cavolo! 1.50% annuo lordo, oggi, non è assolutamente un brutto tasso. Siete diventati aggressivi”.
E la risposta è stata: “Eh si, è una bella promozione che non bisogna farsi scappare”.

Non ho solo capito chi è che alla fine deve scappare, il risparmiatore oppure i sogni di rendimento, visto che la realtà dei fatti è un po’ diversa. Eccovi un elenco dei punti da contestare ai signori delle Poste.

a) Tanto per cominciare il tasso dell’1.50% non è per 12 mesi ma SOLO fino al 30/06/2015. Direi che cambia non poco.
b) occorre mantenere almeno fino a tale data il 90% del saldo iniziale
c) inoltre bisogna anche attivare una carta elettronica con microchip
d) occorre infine mantenere il Libretto Smart fino al 31/12/2015

libretto-smart-cdp

Bene, voi direte, alla fine non è proprio trasparentissimo ma almeno per un periodo di tempo limitato si potrà godere di un ottimo tasso di interesse. Un 1.50% anche solo per pochi mesi non si trova facilmente. E poi qui sono le Poste e quindi CdP. Si dorme su due guanciali.
Fermi tutti che non ho finito.

Come detto fino al 30/06 il tasso è dell’1.50%, ma poi il rendimento lordo passa allo 0.15%. Tutti i rendimenti saranno liquidati solo a fine anno.

Facendo i conti “della serva”, se io oggi investo una cifra su questo Libretto Smart, il rendimento effettivo NETTO che avrò a fine anno, tenendo conto dei relativi periodi con diverse remunerazioni, più ovviamente la ritenuta fiscale sarà pari all’incirca allo 0.495% (lordo circa lo 0.67%).
Inizia a suonare diversamente come cifra vero?

Inoltre questo rendimento effettivo non potrà che calare ancora se manterrò la cifra investita oltre il 31/12.
Se poi decidete di versare più di 5.000 € non dimenticate anche l’imposta di bollo, pari a 34.20 € che su somme non elevate possono fare la differenza.

Ultimo alert: ricordate i punti b), c) e d)? Se per errore non manterrete le Vostre promesse, la Posta vi riconoscerà non più l’1.50% per un periodo limitato di tempo, ma lo 0.15% per TUTTA la durata dell’investimento.

Occorre sempre essere onesti e mantenere le promesse.
Per carità, la Posta le mantiene le promesse scritte sul Prospetto informativo. Peccato che poi allo sportello non lo legge nessuno e tutto ciò che resta è quella che si chiama “pubblicità ingannevole” condita dalla sportellista che è sicuramente in preda ad un raptus da “budget urgentissimus”.
E correggetemi se sbaglio.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La tua guida per gli investimenti. Take a look!

 

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Libretto Smart: alle Poste Italiane meglio mantenere le promesse!, 10.0 out of 10 based on 1 rating
2 commenti Commenta
perplessa
Scritto il 24 febbraio 2015 at 17:30

è probabile che il 30 giugno ci sia un’altra promozione. a un tasso un pelo inferiore. è macchinoso, e se ci si sbaglia non si ha la promozione. il vantaggio di questo marchingeno mi par di capire, è che così i soldi non sono vincolati, anche se il risultato è lo stesso e si paga il bollo in misura fissa.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lucianom
Scritto il 24 febbraio 2015 at 19:51

Il mercato decisamente non crede alla Yellen, basta vedere il grafico del 10 year note di oggi!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+