Junk gold ovvero l’anno horribilis dell’oro

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Lo sapevo che sarebbe finita così, intendo il testa spalle ribassista. E’ da un po’ che ne parlo nei webinar di Compass&More e che ne scrivo anche qui.
Evidentemente non bastava alla speculazione il doppio massimo di giugno/agosto, si dovevano anche procurare un altro pattern ribassista per andare a testare il minimo in area 1180.
Due settimane fa c’è stato un primo tentativo di tagliare la neckline, respinto inizialmente in modo convincente ma poi, col passare delle sedute, il gold future perdeva sempre più forza risultando così incapace di negare la figura di testa spalle in formazione. Tant’è che giovedì ci ha provato ancora a scendere e la candela di oggi purtroppo conferma lo sfondamento del supporto e ora il target naturale del downtrend in corso è l’area rossa del grafico.

D’altra parte se i mercati tornano in risk on confidando in un new deal della politica USA che scongiuri quanto meno il default, l’oro non può altro che riprendere il suo trend primario ribassista che assomiglia sempre di più ad un bear market, cioè ad un ribasso epocale che corregge pesantemente il bull market 2000/2011.
In assenza di rischi e di inflazione nel medio lungo lo vedo in area 1000 (ritracciamento 50% fibonacci) dove la soglia psicologica darà luogo a forte pullback (e anche duraturo). Un certa probabilità ha anche lo scenario in cui si arriva in area 750 ma sempre e solo dopo il pullback a mille.


In Compass&More  è da oltre un anno che si fa protezione dell’oro con opzioni (covered call) per ridurre il prezzo di carico. Pratica molto comune anche fra i piccoli investitori anglofoni. Noi italiani siamo invece fieri della nostra italianità per cui non ci passa nemmeno per la testa di proteggere asset e portafogli con opzioni. Troppo complicato. O forse no…

portafogli - protezione oro
Per maggiori informazioni: [email protected] 


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.6/10 (8 votes cast)
Junk gold ovvero l'anno horribilis dell'oro, 8.6 out of 10 based on 8 ratings

Info su gremlin

[email protected] www.investimentiprotetti.it http://tradeoptiongremlin.wordpress.com/ http://opzionitrading.wordpress.com/ http://minifiboption.wordpress.com/ http://www.lemcommodities.com/index.php https://vimeo.com/69794582

Commenti (n° 7)Commenta

  1. niente di nuovo sotto il sole !sarebbe opportuno anche postare qualcosa di come le major sarebbero esposte (put e short) sul gold 1 che sò:jp morgsn come stà messa sul gold ????

  2. 7voice@finanza,

    uno per tutti
    http://www.cnbc.com/id/100900230

    interessante qui http://business.financialpost.com/2013/07/23/a-case-for-gold-hedging/
    una nota sulla protezione: “….three possible hedging strategies: simple forward selling of gold, “zero cost collars” (in which the company buys a put option on gold for downside protection and sells a call option) and selling near-term call options to fund long-term put options.”.

  3. E’ troppo rischioso mettersi short?

  4. ddb@finanza,

    è rischioso come tutti i trade
    l’importante è darsi regole di stoploss e take profit, non si fa trading senza money management

  5. dfumagalli scrive:

    Finalmente qualcuno su finanza.com che posta un’analisi ben fatta, buona considerazione di pattern e target, grafici con timeframe decenti.

    Ce ne fossero di più come te!

    Una piccola osservazione: RSI e STLC sono abbastanza inutili e nascondono quello che conta, ossia il prezzo vero e proprio.

  6. ivegotaces scrive: