Cerca nel Blog

ITALIA: Produzione industriale e PIL in ulteriore peggioramento

Scritto il alle 11:55 da Danilo DT

Italia ancora in difficoltà. E purtroppo si vanno a pagare l’immobilismo politico e la mancanza di un progamma di crescita credibile.
Per certi versi, possiamo dire che frena leggermente la caduta della produzione industriale ad aprile, mentre nel primo trimestre del 2013 il prodotto interno lordo e’ diminuito dello 0,6% rispetto al trimestre precedente e del 2,4% nei confronti del primo trimestre del 2012.
Il grafico qui sotto vi propone i due grafici sovrapposti, Per la produzione industriale si tratta della ventesima rilevazione in territorio negativo.
Credo sia superfluo auspicare rapidi ed efficaci interventi. Non c’è più tempo da perdere, sennò la nostra economia…

ITALIA: Produzione industriale Vs Prodotto Interno Lordo

STAY TUNED!

DT

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
ITALIA: Produzione industriale e PIL in ulteriore peggioramento, 10.0 out of 10 based on 1 rating
4 commenti Commenta
Gigi
Scritto il 10 giugno 2013 at 12:25

“…si vanno a pagare l’immobilismo politico e la mancanza di un progamma di crescita credibile…”???
Per pagare abbiamo pagato, ora stiamo lavorando solo per cercare di smontare le bestialità di Monti.
E la crescita credibile non doveva far parte della Fase 2 ????
E’ stato un disastro su tutta la linea: anche oggi si é suicidato un altro imprenditore.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 10 giugno 2013 at 14:12

per creare lavoro occorrono investimenti; il problema, al di là delle mille sfaccettature, è di una semplicità estrema, una parte degli investimenti li fa lo Stato (vedi ad esempio infrastrutture o incentivazioni sull’edilizia anzichè sulle esportazioni, etc), parallelamente li devono fare le industrie e quindi occorrre rivedere il quadro fiscale sia sulle imprese sia sul costo del lavoro, riducendo naturalmente il cuneo fiscale anche a vantaggio del lavoratore.
Le spese per R&S devono essere incrementate sia a livello pubblico che privato e quest’ultime devono essere parzialmente/o totalmente deducibili nel conto economico.
Una estrema sintesi di concetti postati da mille fonti e che viene fatica e frustrazione a ripeterli.
In altre parole o questo ennesimo governo ha le palle per rivoluzionare l’attuale sistema o è meglio che smetta, anche lui, di prendere per i fondelli il paese….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ilcavalierenero
Scritto il 10 giugno 2013 at 14:37

Ma di cosa parliamo?
oggi lo stato italiano non trova 2 miliardi per abolire imu, deve spostarla–posticiparla,
2 miliardi su 850..ma vi rendete conto quanto siamo messi male, e nei tg si parla solo di riforme,abbassamento ipotetico di tasse sul lavoro,semi presidenzialismo,
io abito a bologna e credetemi passando per i negozi vuoti in cui commessi ti implorano di entrare con lo sguardo, purtroppo questa anestesia finanziaria di quest’ultimo anno ha abbassato il livello di guardia, i btp e lo spread vanno bene, paradossalmente era piu’ facile intervenire in una situazione drammatica per i conti, ora la classe politica cincischia, sposta le date dei pagamenti, bè certo se la fornero non è riuscita e non ha voluto intervenire per esempio sulle pensioni over 6 mila euro in quella situazione drammatica, non vedo oggi come si possa mettere in atto qualcosa di forte.
perche’ la soluzione, però è chiaro se non si mettono in atto provvedimenti di equita sociale, be’ allora parliamo di nulla,invece cosi si fa, si toglie la rivalutazione a chi prende 1200 euro di pensione.intanto le auto non si vendono, le case idem,abbigliamento un disastro.
è brutto dirlo ma solo un qualcosa di clamoroso credo spossa smuovere le cose

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gioc
Scritto il 10 giugno 2013 at 14:48

Tutto vero , tutto giusto . Le soluzioni?…… ……………………..Uscire dall’Euro e riprenderci la sovranità monetaria no???? No , no perchè se no finiamo come la Grecia. Meglio fallire!!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!
outlook-2017-iam

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Commenti recenti
  • [email protected] su INTESA SAN PAOLO: operazione “ti piace vincere facile”?
  • [email protected] su CRIPTOVALUTE: Ethereum, flash crash clamoroso!
  • [email protected] su Vademecum per gli investitori: ecco come FARE SOLDI!
  • [email protected] su CRIPTOVALUTE: Ethereum, flash crash clamoroso!
  • [email protected] su INTESA SAN PAOLO: operazione “ti piace vincere facile”?
  • [email protected] su INTESA SAN PAOLO: operazione “ti piace vincere facile”?
  • [email protected] su CRIPTOVALUTE: Ethereum, flash crash clamoroso!
  • [email protected] su INTESA SAN PAOLO: operazione “ti piace vincere facile”?
  • Danilo DT su INTESA SAN PAOLO: operazione “ti piace vincere facile”?
  • [email protected] su INTESA SAN PAOLO: operazione “ti piace vincere facile”?

Google+