INTERMARKET: le due strade del mercato

Scritto il alle 16:20 da Danilo DT

analisi-intermarket-eurozonaMolto spesso ci si chiede come riuscire ad interpretare i mercati finanziari.
Indici che prima salgono e poi scendono in concerto con altri e poi in modo decorrelato. Spesso sembra che quelle “logiche” tradizionali vengano meno. E allora diventa difficile trovare una chiave di lettura valida.
La prima chiave di lettura resta, ahimè, la politica monetaria e questo ormai lo sanno anche i muri. Infatti non è un caso che proprio la borsa che fino a ieri correva come un treno (quella USA) oggi si trovi in una fase di lateralità. Motivo? Certo, utili societari incerti, ma anche minor intraprendenza della banca centrali.

In Europa invece le borse ci regalano un +22% da inizio anno (Italia e Germania su tutte) con una Bce che si è messa a “fare la FED” dando vita all’ormai arcinoto QE.
Ma come… il QE è partito da pochi giorni e quindi non giustifica il rally di borsa che ormai ci accompagna da inizio anno.
Vero, infatti il mercato si è mosso molto sulle aspettative.
Intanto però, per riuscire a leggere correttamente il mercato, vi faccio un regalo.
Un grafico Intermarket come lo vediamo NOI, qui, in Eurozona. E ciò che ne deriva mette in chiaro moltissimi aspetti di questi mercati

Grafico Intermarket EUROZONA

intermarket-daily-euroPrima news importante. Fateci caso, da giugno si è già iniziato a muovere il mercato, prendendo quelle due strade che oggi sono chiarissime.
Da una parte troviamo cross EUR USD con le commodity (fortemente influenzate dall’energy) e dall’altra invece trovate borsa (Eurostoxx50) e benchmark obbligazionario (nella fattispecie il bund).
Fate attenzione alla linea azzurra che segnala il giorno 22 gennaio, quando Mario Draghi ha annunciato il QE. Cosa notate?

A) Tanto per cominciare il mercato aveva già preso le sue strade decisamente prima
B) Da quella data il Dollaro USA ha continuato una tendenza rialzista (nel grafico è ribassista per l’Euro) che era già cominciata molti mesi fa
C) Il petrolio in primis ma non solo lui, era già quasi ai minimi. Quindi è netta l’influenza dell’OPEC e del rallentamento globale ( e del rischio deflazione)
D) I bond…guardate i bund. Proprio come negli USA, i governativo europeo si è rivalutati sicuramente MOLTO prima dell’annuncio, ma poi dopo…
E) Le uniche vere protagoniste, proprio come anticipato ampiamente sul blog, sono state quindi le BORSE che hanno goduto di un rally importante.

E’ chiarissimo che le due strade continuano ad essere molto trasparenti e definite. Ma dire che sia proprio il QE ad aver cambiato la storia dei mercati non è corretto. Sicuramente è stata fondamentale l’aspettativa dello stesso (che infatti ha fatto muovere USD e BOND), ed ha avuto un ruolo fondamentale per i mercati il crollo delle commodity.
Il mix “Euro debole” con “petrolio debole” è stata la vera manna dal cielo per il sistema economico e per il sentiment degli operatori.

Queste tendenze quindi, in prospettiva, possono ancora continuare. Ora il QE è diventato realtà e difficilmente il trend dell’USD potrebbe cambiare. Ma attenzione alle commodity. Si s tanno riprendendo bene, Il petrolio resta un’incognita ma… il rame vola, e anche l’oro, legato anche alle previsioni sul tasso di inflazione, si sta comportando meglio.

Basterà il QE a far indebolire il dollaro? Oppure avremo un “decoupling” tra USD e materie prime?

Guardando il grafico questa ipotesi OGGI non è realistica e quindi sarà molto interessante vedere gli sviluppi dei mercati nei prossimi giorni..
In merito invece alla parte alta, non vedo grosse possibilità di cambiamento. Sempre bene le borse, piatto il bund.
Certo è che la parte bassa del grafico rischia di diventare veramente fondamentale per il proseguo del rally di borsa. Ma di certo la politica di Draghi riuscirà a portare ancora in basso il cross EUR USD (parità entro l’estate?) contribuendo in modo evidente ad una continuazione del rally di borsa.
Cosa c’è di “economico” in tutto questo? Assolutamente nulla. Ma cosa ha di “reale” oggi la finanza?

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La nuova guida per i tuoi investimenti. Take a look!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
INTERMARKET: le due strade del mercato, 10.0 out of 10 based on 1 rating
24 commenti Commenta
john_ludd
Scritto il 24 marzo 2015 at 22:18

che succederebbe con il petrolio a 100 $ e il cambio euro/usd attorno alla pari ?
per la risposta basta aspettare

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 24 marzo 2015 at 22:26

Exactly… e quali saranno gli effetti della cosa? Indovina indovinello… mumble mumble…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 24 marzo 2015 at 23:19

Danilo DT:
Exactly… e quali saranno gli effetti della cosa? Indovina indovinello… mumble mumble…

Dai illuminaci anche se sei al 50% (TerniEnergia: prosegue valorizzazione asset fotovoltaici, ceduto 50% di DT a fondo norvegese.) Della serie ” Il terribile pirlotto colpisce ancora.” Ciao.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 25 marzo 2015 at 08:58

Sul medio periodo (2-3 anni) vedremo il dollaro sprofondare svalutandosi in modo impensabile oggi mentre le materie prime rappresenteranno l’ unico mercato al rialzo. Alcuni hanno paragonato il ’29 alla crisi passata; per quello che vedo io sarà il 2016 il vero anno ’29 con crolli generalizzati anche dell’ ordine del 20-30% in un sol giorno (per il momento però non c’è motivo di scendere dal carro dei rialzisti). State alla larga da liquidità e tutto ciò che è Stato, investite in materie prime e preparatevi al peggio. O se sarete bravi ed avrete investito in formazione potrete trasformare questo evento in un’ enorme ricchezza da riconvertire in immobili…quegli immobili che la maggior parte delle persone sarà costretta a svendere (è sempre stato così) a causa dell’ aumento esponenziale delle tasse versus il drastico taglio dei posti di lavoro e delle retribuzioni in genere. Un dramma per i più, un’ occasione enorme che capita poche volte nella vita per i più scaltri. Decidete voi da che parte volete stare.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 25 marzo 2015 at 09:58

lorepi,

–1) State alla larga da liquidità. — Al momento non concordo e mi piacerebbe capirne il motivo. ### 2) investite in materie prime. — Qui non ci piove … quando poi si parla di piombo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 25 marzo 2015 at 11:58

lorepi,

analisi ineccepibile se retrodatata a fine 2008

altrettanto ineccepibile per chi possiede poteri paranormali conclamati di preveggenza

io suggerisco di stare sempre dalla parte del pragmatismo e razionalismo, antidoti naturali del sensazionalismo

quali sono le condizioni che determineranno fra un anno crolli giornalieri (di cosa? azionario? solo USA?, tutto il mondo?) del 20-30%?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

PORTELLO
Scritto il 25 marzo 2015 at 17:16

come si puo’ investire sul petrolio? dato che non credo di parli di società’ del settore…
e senza comprare contratti dato che ho cuore sensibile
grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 25 marzo 2015 at 17:21

PORTELLO,

fai un giro sul sito di borsa italiana e alla voce ETC trovi qualcosa

un modo alternativo per investire sul petrolio è consumare meno benzina

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 25 marzo 2015 at 17:57

kry@finanza,

Liquidità = bancomat per lo Stato che in qualsiasi momento nel 2016 potrà (dovrà???) prelevare per garantire almeno una parte delle pensioni, dei servizi di base ai cittadini e dell’ assistenza sanitaria. Questo a fronte di un generalizzato aumento delle tasse. Inoltre pensate da vero che l’ inflazione rimarrà a questi livelli? ILLUSI. Chi verrà premiato? I risparmiatori? DUBITO.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

PORTELLO
Scritto il 25 marzo 2015 at 18:06

Thanks Gremlin

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 25 marzo 2015 at 18:14

gremlin,

Caro Gremlin, ma siete ancora convinti che se va giù l’ America gli altri si faranno una bella galoppata al rialzo? Se hai avuto modo di leggere altri miei interventi vedrai che ho come obiettivo entro il 2015 area 2300 di SP500. Vedrai come per me SP500 stia creando oramai da diversi mesi un enorme testa e spalle ribassista con primo obiettivo area 1400 (solo dopo aver raggiunto area 2300 però). Il grafico di SP500 mostra in maniera chiara che da area 666 di Marzo 2009 si è assistito ad un rialzo enorme che (la fisica non è un’ opinione…anche nella storia dei mercati finanziari) presto si trasformerà in un crollo di pari entità. Perché il 2016. A) graficamente è già in preparazione il crollo, B) nel 2016 negli USA sarà evidente come il sistema previdenziale + medicare non sarà più sostenibile e perciò imploderà. Ameno che tu non sia nato negli anni ’30 non hai mai conosciuto (e vissuto) una depressione economica tipo ’29….presto vivrai la sua fase peggiore dato che negli ultimi 1000 anni si è vissuto una depressione economica e 2 recessioni d media per ciclo di vita. In tutto questo io sono da tempo rialzista (non mi interessa il mercato Italiano) e sarai il primo a sapere quando uscirò per mettermi short (ricordati obiettivo area 2300). Nessuna palla di cristallo, semplicemente studio e valutazione di ENORMI e GRAVI campanelli d’ allarme che chi ci governa non pare considerare. Attenti Italiani, presto diventerete il bancomat dello Stato che avrà bisogno dei vostri soldi per salvare il salvabile. Più tasse, tagli ai servizi di base e tagli alle pensioni (metà?). Il tempo ci dirà se ho visto bene…e ne manca poco di tempo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 25 marzo 2015 at 19:34

gremlin,

PS…i miei poteri supernaturali mi dicono che sta per esplodere l’ oro verso l’ altro. Questione di poco (giorni? Forse poche settimane). E rappresenterà il primo tassello di quello che accadrà al mercato nei mesi a seguire. Ricordati….oro, oro ed ancora oro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

perplessa
Scritto il 25 marzo 2015 at 19:50

gremlin: un modo alternativo per investire sul petrolio è consumare meno benzina

non dovrebbe essere il contrario?esempio adesso che costa poco la benzina mi faccio un lungo viaggio in auto, ma anche in aereo perchè poi se cresce il petrolio mi mettono il sovrapprezzo carburante. si risparmia forse qualche decina di euro…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 25 marzo 2015 at 20:08

gremlin,

Caro Gremlin, mica per lodarmi ma per farti vedere che non hai a che fare con un novellino vorrei poterti inoltrare una mail (in privato) inviata al Prof. Gerbino (mio mentore) il 8/12/2010. Te la allego di seguito ma sono ben felice di girartela anche via mail in privato a scanso di dubbi. Dream ha la mia mail.
“Buongiorno Professore,
finalmente comincio a notare anche in Lei un pò di sano ottimismo! Mi
riferisco naturalmente all’ articolo su Classic.
Ha visto (oddio…aspetterei venerdi…tocchiamo legno!) che anche
questa volta la barra settimanale non ha sbagliato.
Però mi faccia una promessa….non racconti a nessuno questo piccolo
segreto di anlisi tecnica…altrimenti guadagnano in troppi!
Naturalmente scherzo.Viva i soldini per tutti, specialmente sotto
Natale.
Comunque se ha tempo, fra un addobbo e un altro, dia un’ occhiata al
solito grafico settimanale…ha visto che anche a Ottobre 2007 la
settimanale ha fatto un gran bel lavoro:
Bull trap, settimana successiva di congestione e poi, settimana dopo,
bearish engulfing che ha decretato la morte del toro.
E ora, anche se in 4 anni che la seguo, ho imparato prima di tutto
che non si fanno pronostici sul futuro altrimenti si rischia di
innamorarsi di quello che si vuole vedere e spesso non si opera più in
maniera disciplinata:
SUPER PREVISIONE NATALIZIA ALLA NOSTRADAMUS:
maxi rettangolo time frime settimanale su SP500
Bordo superiore toccato la prima volta nel Marzo 2000
Bordo inferiore toccato la prima volta nel Luglio 2002
Bordo superiore toccato la seconda volta (e falso segnale che ha dato
il via al mercato orso di lungo) nell’ Ottobre 2007
Bordo inferiore toccato la seconda volta (e falso segnale che ha dato
il via al maxi recupero attuale) nel Marzo 2009

Quindi, tanto per parlare, se il terzo tentativo di rottura verso l’
alto fosse quello buono potremmo ritrovarci con un Sp500 in area 2350.
E con questa velocità l’ obiettivo potrebbe essere raggiunto
verso primavera del 2014.
Vedremo…
Le voglio leggere un punto del libro che mi accompagna sempre nella
borsa del pc (forse capirà quale sia):
” Fa parte della natura umana provare un certo senso di insicurezza
di fronte all’ incertezza del futuro. Al contrario, ci si sente molto
meglio quando si sa quello che accadrà nel futuro. Così, i trader sono
portati in modo naturale a utilizzare le indicazioni fornite dai
pattern e dagli indicatori e colmare con la propria immaginazione le
eventuali incertezze. Proiettando la propria speranza nel futuro,
costruiscono uno scenario immaginario anche se apparentemente sostenuto
da ipotesi scientifiche, di quello che potrà essere l’ andamento dei
mercati nel futuro. Il fascino è potente.
………………
I trader professionisti sanno che nel momento in cui cadono nella
trappola di fissarsi su un certo scenario, questo interferisce con la
loro abilità di prendere decisioni sulle future dinamiche dei mercati.
Sanno che se si lasciano convincere che il titolo XYZ possa salire alle
stelle nei prossimi tre mesi, possono perdere la lucidità oggi nell’
applicare i propri piani che consentono di limitare le perdite…..”

Le auguro un buon 8 Dicembre
Cordilai saluti
XXXXXXXXXXXXX”

Sulla tempistica del raggiungimento di area 2300 (50 punti in più o in meno cambiano poco) non ci ho dato (indicavo primavera 2014) ma forse ho voluto fare un pò lo sborone.
Giusto per informazione il Prof. Gerbino era super ribassista mentre per me era evidente cosa puntava il mercato. SP500 l’ 8/12/2010 valeva 1240.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 25 marzo 2015 at 21:27

lorepi:
kry@finanza,

Liquidità = bancomat per lo Stato che in qualsiasi momento nel 2016 potrà (dovrà???) prelevare per garantire almeno una parte delle pensioni, dei servizi di base ai cittadini e dell’ assistenza sanitaria. Questo a fronte di un generalizzato aumento delle tasse. Inoltre pensate da vero che l’ inflazione rimarrà a questi livelli? ILLUSI. Chi verrà premiato? I risparmiatori? DUBITO.

Kry Scrive:
25 marzo 2015 alle 09:58
lorepi,
–1) State alla larga da liquidità. — Al momento non concordo e mi piacerebbe capirne il motivo. ### 2) investite in materie prime. — Qui non ci piove … quando poi si parla di piombo. @@@@ Quindi mi viene confermato che giusto per il tempo di partorire … una buona idea … la liquidità nella Banca Materasso è ancora un ottimo investimento. Sull’inflazione concordo e in alternativa all’oro preferisco un impianto fotovoltaico. Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pasolo
Scritto il 25 marzo 2015 at 22:31

lorepi,

comprerò ORO ORO ORO solo quando il rapporto mensile tra quest’ultimo e l’sp500 invertirà…Francesco Caruso docet! Per quanto riguarda collassi sull’SP500 aspetterò l’inversione sui dati dell’occupazione perchè se non diventano negativi quelli non si scende. A chi mi obbietta che se la disoccupazione USA aumenterà spingerà la FED a inondare di altra liquidità questo sistema malato di debito, rispondo che probabilmente NON LO POTRA’ fare perchè l’inflazione in aumento non lo permetterà. La domanda è : perchè l’inflazione salirà? risposta: 1) evento destabilizzante in Arabia Saudita ( oggi leggevo di tensioni e di movimenti di truppe al confine con lo Yemen… )con aumento delle quotazioni petrolifere; 2) decisione da parte dell’opec di riportare le quotazioni verso i 90-100 dollari ( storicamente innalzamenti così veloci del petrolio hanno portato recessione ) dopo aver annientato le aziende shale oil usa 3) oramai solo le materie prime possono dare qualche rendimento agli speculatori . PER ORA segnali di ANALISI TECNICA e ANALISI FONDAMENTALE NON danno segnali di uscita dal’SP500 e sto parlando di segnali che hanno anticipato i seguenti crolli (50-60% ) : 1974, a cavallo degli anni 70-80 ( indice deflazionato e non nominale ), 2000-2003 , 2008-2009.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 26 marzo 2015 at 10:15

pasolo@finanza,

Come va stamani l’ oro (e le altre materie prime?)???? Dammi retta, mettiti a studiare bene i grafici che ti diverti pure!Se continui a guardare i dati (analisi macro) arriverai sempre ultimo sul carro. Per quello che può valere anche io non mi muovo dalle mie posizioni rialziste su SP500…per il momento.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 26 marzo 2015 at 10:17

kry@finanza,

dove preferiresti tenere i soldi? Sotto il materasso…tanto, se hanno bisogno (e ne avranno un gran bisogno), te li trovano anche li oppure sulle materie prime che renderanno anche il 30-50% in pochi mesi?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 26 marzo 2015 at 10:50

lorepi:

dove preferiresti tenere i soldi? Sotto il materasso…tanto, se hanno bisogno (e ne avranno un gran bisogno), te li trovano anche li oppure sulle materie prime che renderanno anche il 30-50% in pochi mesi?

Come mi trovano i soldi sotto il materasso mi vengono a prendere anche le materie prime. Sbaglio? ( poi vorrei ricordare che trovi scritto … 2) investite in materie prime. — Qui non ci piove … quando poi si parla di piombo [ quindi sostanzialmente d’accordo ] e sulla liquidità ho risposto : Quindi mi viene confermato che giusto per il tempo di partorire … una buona idea … la liquidità nella Banca Materasso è ancora un ottimo investimento [ per cui breve periodo 9 mesi ] a quanto letto … Liquidità = bancomat per lo Stato che in qualsiasi momento nel 2016 potrà (dovrà???) prelevare per garantire …. Grazie. Ciao.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pasolo
Scritto il 26 marzo 2015 at 11:51

lorepi,

guardo sia i dati che i grafici ed investo su base pluriennale ( 5-10 anni ), e soprattutto non anticipo i movimenti: occorre calma e disciplina, realtà economica e movimenti “tecnici” del mercato finanziario. Ciao e se stai accumulando posizioni rialziste sulle materie prime stai facendo benissimo: oramai solo quelle possono salire. Qualcuno dovrà pagarlo quel debito mondiale e credo che saranno in parte i possessori di quel debito ( inflazione stile anni ’70 ) e chi SPERANDO NELLA POTENZA (?) DELLE BANCHE CENTRALI TORNERA’ IN BORSA NEI PROSSIMI 1-2 ANNI PENSANDO CHE SIA L’ENNESIMA OCCASIONE D’ACQUISTO.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 26 marzo 2015 at 11:51

kry@finanza,

Su questo non ci piove. Però la liquidità ti genera poco o niente e rischi di vedere erodere il patrimonio, con le altre saresti comunque in gran guadagno.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 26 marzo 2015 at 12:20

lorepi,

Sono d’accordo.

pasolo@finanza:
Qualcuno dovrà pagarlo quel debito mondiale e credo che saranno in parte i possessori di quel debito ( inflazione stile anni ’70 ) e chi SPERANDO NELLA POTENZA (?) DELLE BANCHE CENTRALI TORNERA’ IN BORSA NEI PROSSIMI 1-2 ANNI PENSANDO CHE SIA L’ENNESIMA OCCASIONE D’ACQUISTO.

Semplice curiosità: Qualcuno dovrà pagarlo quel debito mondiale e credo che saranno in parte i possessori di quel debito ( inflazione stile anni ’70 ) … anche con un btpi 2041 ? ### e chi SPERANDO NELLA POTENZA (?) DELLE BANCHE CENTRALI TORNERA’ IN BORSA NEI PROSSIMI 1-2 ANNI PENSANDO CHE SIA L’ENNESIMA OCCASIONE D’ACQUISTO. Ancora 1-2 anni ??? Non è essere troppo ottimisti?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pasolo
Scritto il 26 marzo 2015 at 13:01

kry@finanza,

“al mio segnale scatenate l’inferno!!!” … il segnale ancora non c’è.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 26 marzo 2015 at 16:13

pasolo@finanza,

Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+