Il DILEMMA di Mario DRAGHI: i dubbi BCE su tasso inflazione e QE

Scritto il alle 09:35 da Danilo DT

ecb-draghi-qe-2016

Questo post segue le analisi di ieri sull’evoluzione del tasso inflazione in Eurozona. I dati quindi appena usciti confermano:

a) un’inflazione onnicomprensiva (all Items) che in Eurozona arriva al target del 2%
b) ma allo stesso tempo l’inflazione core si stabilizza sempre allo stesso livello (circa) a 0.9%
c) Il gap tra i due tassi inflazione in Eurozona è pari a 1.1%. Le motivazioni sono note (energia e derrate alimentari)
d) Italia: situazione praticamente identica ma con i due tassi ovviamente più deboli . All Items a 1.5%, core a 0.5%
e) evidente differenza tra Italia ed Eurozona, il che conferma la profonda spaccatura a livello di Unione Europea sugli indici macroeconomici

QUADRO INFLAZIONE: Eurozona

eu-inflazione

QUADRO INFLAZIONE: Italia

it-inflazione

A questo punto diventa interessante capire che farà Mario Draghi. Il tasso inflazione che la BCE considera è l’All Items e quindi…target raggiunto. Ma come vedete, ci sono paesi sotto target (Italia in primis) e quindi…bisognerebbe spacchettare la politica monetaria ma non è possibile.Quindi il meeting della settimana prossima si fa molto interessante.

E’ vero però che:

1) la BCE taglierà gli acquisti di bond ad aprile da 80 a 60 miliardi al mese
2) inoltre gli obiettivi della BCE non si fermano ai singoli dati spot ma ad una media periodale (12 mesi circa) e quindi, visto che tutti pensano ad un raffreddament del tasso inflazione, l’allarme progressivamente potrebbe rientrare.
3) non dimentichiamo infine che il QE ha avuto pochi impatti per l’inflazione e per la crescita economica, mentre ha avuto FORTI per la stabilizzazione dei tassi e dei prezzi dei titoli di stato sopratutto dei paesi più deboli (ed è questo il vero problema per l’I
Italia)

CONCLUSIONI: secondo me la BCE non può e non deve ignorare gli ultimi dati sul tasso inflazione, ma vedrete che Draghi li gestirà con grande prudenza, senza cambiare nulla al momento. Per il bene del mercato e anche dei nostri BTP che quindi ringraziano, sostenuti da un apolitica monetaria che li proteggerà non in eterno, ma ancora per qualche mese e poi…chi vivrà, vedrà….

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.6/10 (7 votes cast)
Il DILEMMA di Mario DRAGHI: i dubbi BCE su tasso inflazione e QE, 9.6 out of 10 based on 7 ratings
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+