High Yield: continua il peggioramento del quadro ma NO panic!

Scritto il alle 14:55 da Danilo DT

high-yield-investment-grade

Il processo di indebolimento del segmento high yield negli USA continua progressivamente.
In molti si sono già chiesti come mai spesso e volentieri vi “martello” con questi dati. Che diavolo importerà mai un segmento che per certi versi non è così diffuso tra gli investitori italiani (anche se negli ultimi anni ha assunto pesi sempre crescenti).
Come vi ho già raccontato in passato, analizzare il mercato degli high yield è importante in quanto questo segmento di titoli tende ad anticipare le tendenze della borsa.

La logica è la seguente.
Se le aziende si vedono logorare la situazione finanziaria, si ritroveranno ad avere minor facilità ad ottenere credito. Il prezzo delle obbligazioni sul mercato tenderà a scendere, aumenteranno i rendimenti e successivamente scenderanno i rating.
In linea di massima questo processo anticipa sempre quello che poi, in borsa. È la vera correzione.
Inoltre l’inasprimento del quadro high yield è spesso coincidente con quella che è la recessione.
Il grafico che vi propongo qui sotto infatti diventa “illuminante” sotto questo punto di vista.

High Yield, spread vs Treasury, recessione e SP 500

spread-hy-high-yield-vs-treasury-spx

La tendenza al rialzo dello spread HY vs Treasury è innegabile. E secondo molti questo grafico testimonia l’arrivo della recessione, anche perché ormai le obbligazioni con PEGGIOR merito creditizio sono passate da rendimenti pari a circa 7.9& a quasi il 15%.

Rendimenti US High Yield

high-yield-Merill-Master-II-and-CCC-and-below-yeild

Sono numeri che diventano abbastanza impressionanti soprattutto se esaminati con un quadro di borsa che invece è innegabilmente positivo, grazie all’attesa per FED e BCE.
Ma attenzione, c’è l’inghippo. Il mercato High Yield sta subendo in modo evidentissimo l’enorme debolezza di un settore in particolare, quello dell’energetico (causa crollo del prezzo del petrolio) e nella fattispecie dello shale oil, il segmento estrattivo preso di mira dall’OPEC che farebbe carte false per cancellarlo dalla faccia della terra.

us-hy
Quindi, senza dover fare terrorismo, diciamo che intanto il mercato high yield, nel primo grafico, si dimostra sempre più debole. Non siamo ancora vicini alla fase recessiva, secondo me. Dovremo aspettare ancora diversi mesi (forse 2017) ma è innegabile la fase di indebolimento che è progressiva ed inesorabile. Ma ancora non rappresenta la prova dell’arrivo della recessione.

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
High Yield: continua il peggioramento del quadro ma NO panic!, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+