Cerca nel Blog

GRAFICO SP500: il canto del cigno

Scritto il alle 15:43 da Danilo DT

cigno

Per molti l’analisi tecnica resta un tipo di analisi quasi esoterico. Per altri invece è l’unica cosa che conta. In un mercato dove ormai l’intelligenza artificiale domina in lungo e in largo, ancor di più nel trading, ritengo che l’analisi tecnica meriti comunque un po’ di attenzione.
Nel breve ho già illustrato una mia view con un taglio intermarket.
In questa sede voglio invece riprendere un mio vecchio grafico.
Parliamo del benchmark per antonomasia. Lo SP500. Questo è il grafico settimanale. Cosa possiamo notare?

Grafico settimanale SP500

spx-weekly-settimanale-sp500-chart-grafico

Innanzitutto merita un po’ di attenzione la perfezione (occorre dirlo!) di Fibonacci. Siamo arrivati al 161.8% (estensione perfetta) per poi ritracciare.
Abbiamo anche rotto il canale rialzista, il che è sicuramente un bel problema, ma ci siamo appoggiati sulla DMA rossa (Dynamic Movung Average, una media mobile che ho costruito tempo fa) dove ha abbozzato un appoggio.
Lo Spearmanci dà un chiaro segnale di rimbalzo imminente ma…poi?
La DMA rappresenta l’ultima spiaggia. Se molla anche quella, il rischio di un ritorno in area 100% di Fibonacci diventa più che una possibilità. Significherebbe area 1550, ovvero un -18%. Ma attenzione, prima di arrivare q questi segnari catastrofistici, occorre vedere la rottura della DMA. Intanto però io mi aspetto il rimbalzo, anche abbastanza corposo che rischia però di essere il cosiddetto “canto del cigno”.

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…
Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
GRAFICO SP500: il canto del cigno, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
Tags: ,   |
18 commenti Commenta
emzag
Scritto il 3 febbraio 2016 at 16:53

Eh sí, aspettiamo il rimbalzo corposo che almeno si torna in pari e poi via di corsa.
Se è possibile chiedere una opinione personale tua, pensi che succederà prima della riunione di marzo o sarà proprio lì il canto del cigno?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

lucianom
Scritto il 3 febbraio 2016 at 22:00

Mi viene un dubbio, ma siete sicuri che le borse scendono causa le quotazioni del petrolio e non viceversa?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 4 febbraio 2016 at 12:09

emzag@finanza,

E perchè ancora non hai venduto (anche in perdita)? Attento perchè questi sono gli errori che “uccidono” un trader. “Tanto prima o poi risalgono”…..quante volte ho setito queste parole. Lo dicevano i dtentori di Seat Pagine Gialle….di Alitalia…..e oggi di MPS. A buon intenditore.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

warrenbuffett
Scritto il 4 febbraio 2016 at 15:03

Domanda per Lorepi e Danilo,
Siamo poi sicuri che a febbraio ci sarà il fatidico rimbalzo oppure si sono accumulati talmente tanti venditori senza più compratori per un bel tragitto?
Siamo poi sicuri che le distorsioni create ad hoc dai banchieri centrali non creino situazioni mai viste?
Voi direte impossibile saperlo quindi stiamo alla finestra e controlliamo i grafici!
Certo, in ogni caso è molto strano che il mercato faccia così fatica ad attecchire con un vero rimbalzo …

In diversi oramai indicano di vendere ogni qualvolta ci possa essere un rimbalzo a cavallo dei 1950 punti ..
A questo punto non vorrei che tanti pensino che 30 punti di differenza non costituiscano una motivazione valida per rimanere dentro, e questo crei sempre più pressione ribasso rompendo gli ultimi argini per trovarci a 1600 punti forse meno

lorepi:
[email protected],

E perchè ancora non hai venduto (anche in perdita)? Attento perchè questi sono gli errori che “uccidono” un trader. “Tanto prima o poi risalgono”…..quante volte ho setito queste parole. Lo dicevano i dtentori di Seat Pagine Gialle….di Alitalia…..e oggi di MPS. A buon intenditore.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

emzag
Scritto il 4 febbraio 2016 at 18:50

lorepi,

Lorepi, ho scomesso una parte mica tutto.
E siccome sono convinto che un rimbalzo consistente ci sarà, lo dico da mesi, lo dice Danilo, lo dice Icebergfinanza contonuo nella scommessa.
Se ci perderò sarà una seccatura ma se uno si tira indietro al primo stormir di foglie non concluderà mai nulla.
Vediamo, certamente non e stato un all in…

lorepi,

lorepi,

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lukas
Scritto il 4 febbraio 2016 at 19:25

BEAR MARKET ?…..Mah…io sapevo che un bear market si dichiarava a seguito di una correzione che superava il 20 %……..dall’inizio dell’anno l’s&p 500 registra appena un -6 %…..di quale bear market parliamo ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

lorepi
Scritto il 4 febbraio 2016 at 19:32

warrenbuffett@finanza,
“Voi direte impossibile saperlo quindi stiamo alla finestra e controlliamo i grafici!”
…hai già capito; poche domande e guardiamo i grafici.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

lorepi
Scritto il 4 febbraio 2016 at 19:40

Lukas,

A me il termine Bear Market (piuttosto che bull) ha sempre detto poco.
Mettiamola così: se il mercato scende….E’ UN MERCATO CHE SCENDE!!!E io lo asseconderò short
Se il mercato sale….E’ UN MERCATO CHE SALE…e io andrò long.
Il termine BEAR o BULL per me è solo riferito a investitori dilettanti che hanno comprato ai massimi (e non hanno ancora chiuso le posizioni perchè “prima o poi risalirà”) o venduto ai minimi (posizioni allo scoperto convinti che ancora il peggio dovesse venire) e si trovano rispettivamente un ORSO che gli gratta le p……. oppure un bel TORELLO che si sta limando le corna nel “retrobottega” del trader indisciplinato.
BRAVI POLLI.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lukas
Scritto il 4 febbraio 2016 at 21:26

lorepi,
Caro Lorepi, sono ormai quasi 7 anni…..che sentiamo annunci di crolli imminenti…..Noi del tutto incuranti, nel frattempo, ci siamo pappati uno dei lunghi bull market della storia !!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)

Lukas
Scritto il 4 febbraio 2016 at 21:29

lorepi,
errata corrige :
UNO DEI PIU’ LUNGHI BULL MARKET DELLA STORIA……..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)

paolo41
Scritto il 5 febbraio 2016 at 14:26

ribadisco la mia poca dimestichezza con l’analisi tecnica, ma mi viene naturale osservare che anche in questi ultimi due o tre giorni sia lo S&P che il DAX abbiano mostrato poca forza per risalire nonostante il petrolio abbia segnato qualche recupero. D’altra parte non si intravedono, almeno sul breve, fattori che possano invertire la tendenza bearish. Ho l’impressione che per vedere qualche cambiamento saranno ancora determinanti gli interventi di Draghi e della Yellen………

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

warrenbuffett
Scritto il 5 febbraio 2016 at 22:18

Lorepi…Lukas…Danilo…,
Allora mercato Bull o Bear?
O rimbalzo di febbraio?

Grafici bruttini? Evening star reversal?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

warrenbuffett
Scritto il 5 febbraio 2016 at 22:18

Lorepi…Lukas…Danilo…,

Allora mercato Bull o Bear?
O rimbalzo di febbraio?

Grafici bruttini? Evening star reversal?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 6 febbraio 2016 at 00:12

war­ren­buf­fett@fi­nan­za,

Wait… al momento non ci sono ancora chiari segnali di inversione

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 6 febbraio 2016 at 10:47

warrenbuffett@finanza,
Caro Warren, come ho già detto, a mio avviso, non siamo di fronte all’inizio della riedizione del 2008….bensì dinnanzi ad una normale correzione, peraltro molto simile a quella avvenuta in passato dopo un primo rialzo dei tassi ad opera della FED, come dimostra il seguente grafico
http://3.bp.blogspot.com/-HRvjQHxnHhI/VpzgYHM01YI/AAAAAAAAA68/p_JTMJR55bQ/s640/2.jpg

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 6 febbraio 2016 at 12:34

warrenbuffett@finanza,

Siamo sul filo di lana. Dovessi aprire uno short ora non lo farei. Ma dato che sono short da Luglio mi cambia poco.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

warrenbuffett
Scritto il 7 febbraio 2016 at 11:52

lorepi,
Il mercato tenta disperatamente un rimbalzo ma non ce la fa da giorni …
Grafici piegan male…
Small cap non riescono a recuperare…
Tutti segnali di paura..
Attendo il panico e torno long X il rimbalzo

lorepi,

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lorepi
Scritto il 8 febbraio 2016 at 09:42

Comal solito massimo rispetto per il Prof. Gerbino
http://borsaprof.it/commenti_quotidiani.asp?id=1724

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!
outlook-2017-iam

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Commenti recenti
  • [email protected] su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • paolo41 su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • [email protected] su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • [email protected] su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • [email protected] su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • [email protected] su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • [email protected] su ROBOTICA e FINANZA QUANTITATIVA: ecco chi domina il mercato
  • [email protected] su MERCATI: scatta il take profit con il rischio “impeachment”
  • [email protected] su FLASH: impeachment in Brasile? E il Bovespa va a -10%
  • Danilo DT su BANCHE ITALIANE: elenco degli istituti di credito più solidi (ed in maggiore difficoltà)

Google+