Cerca nel Blog

FED e YELLEN: una colomba che vuole essere un falco (ma non ci riesce)

Scritto il alle 20:45 da Danilo DT

yellen_do_not_say

Tutto come previsto o quasi. Arriva il rialzo di 25 bp che era atteso e scontato. Un po’ meno quello che è avvenuto dopo. Ma andiamo con ordine.

(…) La Federal Reserve ha alzato i tassi dello 0,25 punti base portandoli allo 0,50-0,75%. La decisione era attesa ed è stata presa all’unanimità. (…)

Perfetto, fino a qui nulla di nuovo, la cosa interessante viene dopo…

(…) Le condizioni dell’economia statunitense “si evolveranno in modo tale da garantire aumenti solo graduali dei tassi di interesse” che “rimarranno probabilmente, per un po’ di tempo, al di sotto dei livelli che sono previsti prevalere nel lungo termine” (…) La Fed ora prevede tre rialzi dei tassi nel corso del 2017, mentre ormai i mercati se ne aspettavano due. E il Dow Jones ha subito toccato un nuovo record di tutti i tempi. (…)

Fermi tutti. Tanto per cominciare occorre rettificare subito. Il Dow Jones ha poi chiuso in ribasso, ma questa è una nota di contorno. La cosa interessante è questa. Non 2 besi 3 rialzi di tassi di interesse previsti per il 2017. MA attenzione, il tutto fatto in modo molto graduale e non impetuoso. Quindi il mercato saluta positivamente la notizia ma poi la valuta con prudenza in quanto il tono è molto ”dovish”. In altri termini, chi ci dice che i rialzi poi siano non 3 ma 2 o anche solo 1? Proprio perché si naviga a vista. Infatti guardate i future su febbraio, prossimo meeting FED.

Fed Funds: febbraio 2017

fed-funds-future-february-2017

Situazione assolutamente ferma. E lo sapete quando il mercato inizia a scontare un primo rialzo? A giugno 2017.

Fed Funds: giugno 2017

fed-funds-future-june-2017

Inutile dirlo che il mercato sta sempre scontando 2 rialzi, e l’ultimo proprio in extremis, a dicembre.

Fed Funds: dicembre 2017

fed-funds-dicembre-2017

Possiamo dire quindi che il mercato sta vedendo nella Yellen una colomba che si è travestita da falco, o forse meglio dire un falco che resta sempre una colomba.

(…) La Fed prevede che, con i graduali aggiustamenti della politica monetaria, “l’attivita’ economica si espandera’ a un ritmo moderato e le condizioni del mercato del lavoro si rafforzeranno ulteriormente”, laddove si prevede che l’inflazione “salga al 2% nel medio termine una volta dissipati gli effetti dei passati cali del prezzo dell’energia e dell’importazione”. I rischi relativi a queste prospettive, aggiunge la Fed, appaiono “bilanciati”. (…)

E riecco la colomba che salta fuori. Abbiamo cominciato il percorso restrittivo ma non ci sono urgenze. Ecco spiegato il perché il mercato, oggi, non crede nei 3 rialzi.

(…) “Se questi tre aumenti verranno realmente implementati” sottolinea Ferridge, “ora dipende tutto dall’impatto economico delle proposte di Trump. Mentre il mercato, e ora anche la Fed, sembra credere che il piano di Trump fornirà un impulso significativo alla crescita dell’economia per il prossimo anno, un giudizio definitivo non può ancora essere espresso. Per ora il piano fiscale di Trump consiste in tagli delle imposte sui redditi più elevati e in una riduzione netta della spesa, seppur con ampie agevolazioni fiscali per gli investitori privati al fine di incentivarli a investire nel settore delle infrastrutture. È certamente motivo di grande dibattito se questo mix fiscale sarà sufficiente a superare i venti contrari creati da un dollaro più forte e da tassi d’interesse interni più elevati”. (…) (MF) 

Ferridge è uno strategist di State Street ha sintetizzato quello che resta per i mercati una speranza che necessita di conferme. E ne abbiamo proprio parlato in questi giorni. Oggi già si sta scontando MOLTO di positivo in ambito Trumponomics. Ma si necessita di conferme.
Ed è la stessa Yellen ad essere incerta (io direi preoccupata) sul futuro dell’economia USA. Ricordate, incertezza uguale maggiore rischio anche sui mercati.

“Abbiamo discusso questi argomenti, riassumerò semplicemente dicendo che e’ stata riconosciuta la considerevole incertezza su come potrebbe cambiare la politica economica e sulle conseguenze sull’economia, e la FED interverrà in maniera appropriata a seconda delle evoluzioni. Dai movimenti dei mercati sembra esserci un impatto positivo sulle aspettative per il futuro” (J. Yellen)

Vero, nelle ultime settimane i mercati hanno accolto con entusiasmo la Trumponomics. Fiducia ben riposta. Prospettive ancora migliori di quanto si possa pensare oppure il mercato ha già scontato tanto e troppo in fretta. Questo è impossibile dirlo (un po’ come la Brexit…. Presto per giudicare)

Previsioni Crescita economica USA

ScreenHunter_133 Dec. 14 23.26

Le implicazioni sul mercato non si sono fatte attendere, non solo sull’equity ma interessanti movimenti anche su Dollaro USA e titoli governativi americani.

us-dollar-treasury-usa-2016

Ma di questo magari vi parlerò la prossima volta. La stanchezza inizia a farsi sentire, le motivazioni (di tutti i tipi) iniziano a mancare. Sono 10 anni di blog ininterrotto, solo qui su Finanza.com siamo quasi a 9000 post scritti ai quali vanno aggiunti tutti quelli sulla piattaforma Blogspot.

Spero che, malgrado tutto, malgrado i miei immensi limiti, malgrado il mio italiano maccheronico, malgrado il mio stile non proprio giornalistico e fine, malgrado tutto insomma, vi sia sempre arrivata un po’ della mia passione e della mia voglia di generare un po’ di consapevolezza.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (9 votes cast)
FED e YELLEN: una colomba che vuole essere un falco (ma non ci riesce), 10.0 out of 10 based on 9 ratings
6 commenti Commenta
nimbro
Scritto il 15 dicembre 2016 at 08:11

ciao Danilo ancora un grazie per i tuoi commenti e report che. immagino, ti causino consumo di energie e di tempo che, magari. potresti dedicare ad altro.
Proprio per questo motivo ti ringrazio, pur non conoscendoti personalmente, in quanto oggi è raro trovare persone disposte a dedicare generosamente qualcosa di personale senza avere gratificazioni economiche in cambio.
Non ti preoccupare dell’italiano maccheronico e ancora grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +8 (from 8 votes)

PORTELLO
Scritto il 15 dicembre 2016 at 08:33

Ma che italiano maccheronico…
Sei veramente un grande e ci fai un gran regalo ogni giorno sempre con professionalita’ e gran educazione
Grazie Danilo!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)

satriani
Scritto il 15 dicembre 2016 at 10:43

Un Grazie davvero sentito !! Sei diventato nel tempo un riferimento e il tempo porta con sè la verità …. Grazie ancora

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +5 (from 5 votes)

gainhunter
Scritto il 16 dicembre 2016 at 08:10

Perfettamente d’accordo con i commenti precedenti, riconfermo come in altre occasioni ringraziamenti e stima.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

kry
Scritto il 21 dicembre 2016 at 21:52

Ciao Danilo , colgo l’occasione per unirmi a quanti ti ammirano e stimano.
Sono meno presente e mi mancate tanto.
Anticipo anche gli AUGURI di NATALE. ( meglio due volte che non o in ritardo ).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

gainhunter
Scritto il 22 dicembre 2016 at 18:42

Buon Natale a tutti anche da parte mia.
:)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!
outlook-2017-iam

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Commenti recenti

Google+