Evoluzione di debito Privato e debito Pubblico dal 1990 ad oggi

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Interessante grafico interattivo creato dal Wall Street Journal che ci illustra le dinamiche del debito e le sue evoluzioni, mettendo a confronto sia il che il . L’analisi interattiva, che potete visionare cliccando QUI .

Come potete vedere, il mondo ….è sempre più sommerso dal debito…
Ho provato a riassumervi il tutto in un brevissimo video….

Immagine anteprima YouTube

STAY TUNED!

DT

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Evoluzione di debito Privato e debito Pubblico dal 1990 ad oggi, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
  1. Sommersi dal debito (pubblico+privato)
  2. DEBITO privato: Italia meglio di molti altri
  3. Debito pubblico italiano: continua la crescita nominale
  4. Credit Default Swap e Debito Pubblico: Stati sovrani in bilico
  5. Giappone: il debito pubblico ora diventa un problema?

Info su Danilo DT

La corsa è lunga e...alla fine è solo con te stesso (by Big Kahuna) Per sapere CHI SONO, clicca QUI !

Commenti (n° 5)Commenta

  1. ilcuculo scrive:

    Penso che il debito pubblico e quello privato debbano essere analizzati in ottiche diverse.

    Il debito privato è la somma di un numero elevatissimo di debiti relativamente piccoli, ciascuno dei quali è garantito da un singolo individuo che per sua natura non può dare molte garanzie , il rischio qui è distribuito ma ogni singolo debito deve essere sostanzialmente pagato a scadenza oppure va in default, raramente il creditore tende a rifinanziare il debitore.

    Il debito pubblico invece è molto grande ed è concentrato, il fallimento di uno stato non è un evento probabile e i creditori sono tendenzialmente orientati al rifinanziamento del debito.

    Di fatto il debito pubblico tende a diventare irredimibile e generare una rendita per interessi ai creditori.

    Per cui è chiaro che per quanto riguarda il debito pubblico porsi la domanda “sarà ripagato ?” non ha senso, la domanda è ” L’emittente sarà in grado di pagare gli interessi?”

  2. gainhunter scrive:

    Proviamo a cambiare punto di vista e guardiamo come è evoluto il CREDITO nel corso degli anni.
    Qualche spunto per le riflessioni personali:
    - andamento popolazione
    - andamento inflazione
    - moneta

    ilcuculo@finanza,

    Punto di vista interessante, concordo.
    In funzione di quello che dici il debito pubblico può essere considerato una sorta di airbag per l’economia: quando il “sistema” privato ha problemi il pubblico può intervenire *temporaneamente* in soccorso (almeno questo è quello che dovrebbe accadere secondo me).

    Interessante vedere chi c’è nella parte destra del grafico.

  3. Un piccolo ripasso: Successful Ways That Governments Reduce Federal Debt
    http://www.investopedia.com/articles/economics/11/successful-ways-government-reduces-debt.asp

    Se poi vogliamo essere più tecnici, c’è sempre l’organizzazione di cui sono “primi azionisti”:
    https://www.imf.org/external/np/mae/pdebt/2000/eng/index.htm

  4. Infine se proprio vogliamo essere sfiziosi e abbiamo tempo per leggere, qualcuno di voi conosce l’odierna evoluzione del Progetto Socrate?
    http://quadrigy.com/projectsocrates/index.html
    http://en.wikipedia.org/wiki/Project_Socrates

  5. idleproc scrive:

    …si sono burocratizzati… sempre di più…
    …strutture sempre più mostruose in dimensioni… logica e sistemi di potere interni che si cristallizzano e di cui aumenta l’inerzia, è cominciato ancora prima che finisse la guerra fredda …
    …errori clamorosi e spreco di risorse… non è che se una cosa la fai più grande funziona meglio…