Euromeeting: si al piano sviluppo, oggi è il giorno dello “Scudo anti spread”

Scritto il alle 07:16 da Danilo DT

Piano per la crescita da 120 miliardi, apertura su ESM/EFSF con licenza bancaria, più misure contro spread pagato vs. Bund. Che sia veramente IL meeting della ripartenza?

Fin troppo facile parlare della vittoria italiana sulla Germania agli Europei di calcio. Una partita che come sapete si giocava a Varsavia. Ma ce n’era un’altra ancora più importante, giocata a Bruxelles. L’Euromeeting con i NEIN tedeschi e, dalla parte opposta il nostro super Mario Monti. Come in campo a Varsavia, dove però c’era un Super Mario Balotelli che ha fatto la differenza.

La giornata di oggi è solo quella iniziale ma resta secondo me quella più importante. Se infatti non si trovavano intese, se la Germania faceva SOLO muso duro, se non si subodorava un’atmosfera positiva, con la voglia di portare a casa qualcosa di buono, comprendendo la straordinarietà e al difficoltà del momento, tutto questo si capiva subito dalle prime ore dell’incontro.
Invece, per fortuna, qualcosa sta maturando. Che sia poco o che sia tanto, questo lo si potrà dire alla fine dell’Euromeeting, ovvero stasera.
Intanto però cerchiamo di capire cosa si è ottenuto.

Inizierei col dire che la giornata di oggi è stata proprio nel segno di Super Mario. A Bruxelles lo zampino di monti si è visto, eccome.

Misure per la crescita

Già si era capito che si erano raggiunte delle intese sulla tematica della crescita. Raggiunto l’accordo per 120 miliardi, pescando il denaro da un aumento di capitale della BEI per la metà e l’altra metà da altri fondi UE.

Emergenza mercati

Tutto rinviato ad oggi. Un passo alla volta. Ma sembra, sentendo le parole di Van Rompuy, che ci siano delle buone intenzioni. E messo in chiaro che sono proprio Italia e Spagna i due paesi che più sono insistenti in ambito di stabilizzazione di mercati (leggasi spread o meglio “scudo anti spread”). Giusto, visto che gli interessi sul debito poi gravano in modo drammatico sui nostri bilanci…
Ma poi…. Sembra ci sia anche dell’altro. A porte chiuse risulterebbe che…

…sia allo studio una nuova ipotesi per venire incontro alle richieste di Monti e su cui i tedeschi non opporrebbero il consueto “no” di pincipio in stile eurobond. Al centro dell’idea il fondo di salvataggio dell’Ue, l’attuale Efsf (o il suo successore permanente, l‘Esm), che interverrebbe in aiuto dei Paesi sotto pressione acquistando una parte dei loro titoli già al momento dell’emissione (mercato primario), e non sul mercato di scambio (secondario) dei titoli emessi in precedenza.

La Germania, secondo questa fonte, insiste sul fatto che l’intervento del Fondo non sarebbe automatico ma dovrebbe comunque essere chiesto ufficialmente dallo Stato membro interessato, con conseguente accettazione della ‘condizionalità’ dell’aiuto attraverso la sottoscrizione di un ‘memorandum of understanding’ con la Commissione europea. Ma, e qui starebbe la novità più importante, si starebbe discutendo della possibilità di ‘alleggerire’ le condizioni del memorandum, limitandole al rispetto di raccomandazioni ‘country specific‘ (specifiche per paese). Questa condizionalità ‘alleggerita’ permetterebbe di corrispondere alla richiesta di Monti che il meccanismo anti-spread sia attivato quando sono attaccati i paesi ‘virtuosi’ (in questo caso, quelli che rispettano le raccomandazioni ‘country specific’) e la Germania vedrebbe mantenuto il requisito della richiesta da parte del Paese interessato.

Inoltre, da fonti qualificate si apprende che l’Euro Working Group, il gruppo di lavoro che raccoglie i ministri delle Finanze dell’Eurozona e che prepara i lavori dell’Eurogruppo, avrebbe proposto ai leader della Ue di esaminare la possibilità di concedere la licenza bancaria al fondo Efsf/Esm, che consentirebbe di prendere in prestito denaro a tassi agevolati (Ltro) dalla Bce come un qualunque istituto di credito. Nell’agenda dei leader – riferiscono fonti – vi sarebbe anche l’aiuto diretto dei fondi alle banche.

Dalla Finlandia è giunta un’altra proposta: l’emissione di titoli di Stato garantite dai fondi di salvataggio europei Efsf ed Esm. “Gli Stati vulnerabili – ha detto il premier Kyrkki Katainen – potrebbero emettere covered bond, garantiti da asset pubblici o entrate fiscali garantite”, con i due fondi “pronti a intervenire per facilitare le emissioni”. Fonti italiane al vertice hanno scartato la proposta: “Appare molto specifica e parziale che, avrà anche sue virtù, ma non risponde al problema fondamentale che avevamo posto” sullo spread. (…)

“C’è la necessità – si legge nella bozza – di avere più tasselli specifici attorno a un’integrazione bancaria e fiscale più forte“. Nel documento si afferm,a in particolare, che “entro la fine del 2012 la Ue dovrà dotarsi di un meccanismo di messa in sicurezza del sistema bancario, creando uno schema comune per le garanzie sui depositi, e un fondo comune con poteri di risoluzione per la gestione delle crisi”. (Source)

FERMI TUTTI! Licenza bancaria al fondo ESM. Era una delle cose che avevamo ipotizzato e che effettivamente potevano succedere. E’ un bel passo in avanti. non ci sarà la BCE a sostegno ma l’ESM. E si parla di necessità di sicurezza nel sistema bancario.

Nulla a proposito della BCE e di un suo eventuale nuovo ruolo (stile FED). Ma su questo il NEIN della Germania è stato rigidissimo. Per il momento meglio guardare oltre visto che c’è tanta carne al fuoco. E , vi dirò, sono piacevolmente sorpreso. Speriamo in bene!

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI| e seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.3/10 (3 votes cast)
Euromeeting: si al piano sviluppo, oggi è il giorno dello "Scudo anti spread", 8.3 out of 10 based on 3 ratings
11 commenti Commenta
paolo41
Scritto il 29 giugno 2012 at 08:20

…i futures sui mercati sembrano rispondere positivamente…..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 29 giugno 2012 at 08:23

diciamolo piano. secondo me qualcosa stavolta si muove sul serioe. ora però bisogna mettere nero su bianco…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ciromot
Scritto il 29 giugno 2012 at 08:30

Ma cos’e’ successo ai cambi stanotte ho quasi azzerato il conto ,nn mi ha preso l’ordine……..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

roirei
Scritto il 29 giugno 2012 at 08:53

Questo Monti sa farsi valere e ascoltare, speriamo sia la volta buona.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

maurobs
Scritto il 29 giugno 2012 at 09:39

non vorrei sembrare pessimista ma mi sembra che btp dopo sparata iniziale si stia ridimensionando, MPS(che ha anche altri problemi sicuramente) la banca con più btp stenta a superare il max di ieri oltretutto fatto in apertura….dollaro in risalita…… :roll:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 29 giugno 2012 at 09:57

Dream Theater,

Non voglio essere sempre polòemico, ma che cosa si muove’? le borse al rialzo, la speculazione che passa alla cassa ( jp morgan che perde 9 mld di usd).
L’unica cosa che si muove è la disoccupazione attesa per il 2012 ad un bel 12% ed oltre, la quale non scendera sicuramente grazie alle barzelette raccontante questa notte dai clown politici ed economici riuniti al circo orfei.
Il fondo salva nulla, comprera bond di italia e spagna baipassando la troika, ma con quali soldi?
Rgazzi qui il problema sono le banche fallite e la crescita e tutto va in una solo direzione drogare i mercati e sostenere le banche zombie, ma della crescita non c’è traccia e non cì sarà traccia.
Ma lasciamo l’illussione dello scampato pericolo a giustificare il rialzo della lotteria delle borse, si perchè queste oggi sono solo una lotteria, una scommessa.
Come potrà tornare a crescere un paese come l’italia :
Un paese dove il caro monti dice fesserie dalla mattina alla sera, dove un parlamento che non rappresenta nessuno salvo gli stessi parlamentari, non riesece neanche ad approvare la legge sullo stop alle pensioni sopra i 6 mila €, un paese dove la giustizia è una chimera, dove i ladri e disonesti occuppano ingiustamente il posto degli onesti, un paese che si sente unito solo qunado la nazionale di calcio vince qualcosa, per parlare il giorno dopo di secessione.
Godetevi questa illussione momentanea

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 29 giugno 2012 at 10:01

Manteniamo i piedi per terra.
Ricordo che l’ESM deve essere ratificato ancora dalla maggior parte degli stati membri:compresa Germania (che vi contribuisce per circa 1/4 della sua capienza), Spagna e Italia (che vi contribuiscono assieme per una cifra maggiore della Germania).
Inoltre bisogna metterci fisicamente tali soldini… e vedo molte difficoltà da parte in particolare Spagna ed Italia nel finanziarlo. Rimane infatti il problema da dove li prendano… e l’influenza sul loro deficit primario.

Quindi OGGI l’ESM NON ESISTE e non funzionerà neanche il 1 luglio come previsto dalla roadmap iniziale!

L’EFSF ha a disposizione poco meno di 200 miliardi, visto che gli altri 240 sono già stati impegnati, soprattutto per aiutare le banche spagnole.

Non c’è dubbio però che il chiarimento di ieri sulla non prevalenza senior dell’EFSF, sia MOLTO POSITIVA come notizia. Vedremo a fine giornata se sarà confermata o smentita (succede spesso ultimamente).

Per il resto aspetterei la ratifica dell’ESM, il suo effettivo funzionamento e, sopratutto, il versamento dei soldi all’interno. Ci vorrà probabilmente ancora più di un anno perché sia effettivamente operativo… entro il quale possono succedere ancora tante cose.

Mi dispiace smorzare l’entusiasmo… ma preferisco stare con i piedi per terra. :roll:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 29 giugno 2012 at 10:10

lampo,

Per il resto aspetterei la ratifica dell’ESM, il suo effettivo funzionamento e, sopratutto, il versamento dei soldi all’interno

Scusa lampo i soldi lì metti tu per l’esm?il problema è la crescita o no?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 29 giugno 2012 at 10:27

bergasim,

Infatti. Spiegatemi a cosa servono 130 miliardi per la crescita… se dopo ne dobbiamo versare 500 miliardi nell’ESM.

Infatti la licenza bancaria che vorrebbero dargli risolvere in parte il problema… perché con un altro LTRO i soldi li prenderebbe direttamente a prestito… evitando così il versamento fisico da parte dei partecipanti a tale fondo.

In questo modo lo scoppio del debito sarebbe rimandato per la durata del nuovo LTRO (che ricordo è un prestito quindi soldi che bisogna restituire!), creando un frastuono più grande, visto che il debito aumenterebbe (aumenta la cifra dei soldi presi a prestito).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 29 giugno 2012 at 10:33

lampo,

potremmo fare un ETTOLITRO

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 29 giugno 2012 at 11:22

tutto vero quello che dite… :roll:
molto deve ancora essere deciso.
scritto in fretta e furia post ad integrazione

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+