ETN: arrivano a Piazza Affari i cugini di ETC e ETF

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Exchange Traded Notes: Cosa sono gli ETN? Dopo gli ETF e gli ETC, arrivano sul nostro mercato, già ben noti al mercato anglosassone ma ancora sconosciuti al risparmiatore italiano. Focus trattamento fiscale ETN, dubbi ed inesattezze.

Gli ETN sono dei prodotti finanziari che somigliano molto agli ETF e agli ETC. In linea di massima sono delle vere e proprie obbligazioni strutturate che replicano un determinato indice. Di grande importanza risulta quindi l’emittente dell’ETN, che garantisce la solvibilità del sottostante.

Exchange Traded Notes (ETNs) are senior, unsecured, unsubordinated debt securities issued by a bank. They are designed to provide investors with a way to access the returns of market benchmarks or strategies. ETNs are not equities or index funds, but they do share several characteristics. For example, like equities, they trade on an exchange and can be shorted. Like an index fund, they are linked to the return of a benchmark index.

Gli ETN quotati a Piazza Affari sono UCITS III eligible e hanno un collaterale, pari al 100% del valore dello strumento. Vengono negoziati in continua sul mercato ETFplus di Borsa Italiana, godono di una tassazione al 12,5% (per i privati in regime di risparmio amministrato) e beneficiano della liquidità fornita da un pool di banche. (UCITS III eligibile non significa che sono UCITS III ma che sono detenibili da chi è UCITS III ovvero un fondo o un ETF : ndr)

Se ci pensiamo bene, non possiamo dire che gli ETN siano proprio una novità. Infatti la struttura degli ETN ci ricorda molto i vecchi Certificates, strumenti che il sottoscritto utilizzata già ampiamente prima dell’arrivo degli ETF/ETC. Infatti sia i Certificate sia gli ETN (declinazione anglosassone dei Certificate) sono strumenti privi di un collaterale
a garanzia e pertanto espongono gli investitori al rischio di controparte, cioè al rischio di fallimento della banca emittente/garante.
Si differenziano inoltre dagli ETC in quanto sono:

• gli unici con collaterale finanziario noto ogni giorno in termini di quantità (100%), qualità (rating massimo di S&P per quelli in uscita di Lyxor) e tipologia (ETF su Titoli di Stato in Euro)

• gli unici con collaterale segregato al proprio interno, e come tale non aggredibile da terzi, in virtù di una legge primaria di uno Stato UE (e non di un accordo contrattuale privato) (si fa riferimento alla legge del Lussemburgo del 22/03/2004 e successivi aggiornamenti: ndr);

• gli unici ad essere costituiti in un Paese UE, nello specifico in Lussemburgo (e non in un paese extra UE della “black list” di cui al Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21/11/2001);

• gli unici ad essere sottoposti ad un’Autorità di controllo della UE (si tratta della Commission de Surveillance du Secteur Financier – CSSF, l’autorità lussemburghese omologa della Consob).

Cliccate QUI e leggerete la brochure dei primi 4 ETN quotai a Piazza Affari.



Trattamento fiscale ETN

Effettivamente c’era il rischio che questi ETN venissero trattati come “titoli atipici”, poi per fortuna l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la cosa ed ora saranno tassati come gli ETC al 12.5 %.

Conclusioni

Ben vengano le innovazioni, ma ci vuole chiarezza. Secondo me il prospetto ma soprattutto la locandina pubblicitaria è alquanto confusionaria e dice alcune cose non proprio esatte o forse non troppo chiare.
Permettetemi un’ultima critica. Ma è mai possibile che la CONSOB rompa i m******i per emissioni banali mentre in questo caso, dove viene presentato un prodotto innovativo, ci sia un controllo assolutamente “sufficiente”? Sarà mica che nemmeno la CONSOB conosce poi così bene il prodotto e l’”effetto novità” mescolato all’”effetto confusione” ha un attimino mandato in tilt il nostro organismo di vigilanza?

Vabbè, ricordate solo che la chiave di tutto è che l’ETN è un bond e se salta l’emittente tanti saluti e baci. Però attenzione, come vedete qui sotto nel’integrazione, il caso dell’emissione di ETN Lyxor è una storia DIFFERENTE:
Per il resto può essere un valido elemento per investire. L’importante, come sempre. È sapere esattamente CHE COSA si va a comprare. Ma al momento la trasparenza langue…

*************************

INTEGRAZIONE (h.15.40)

E’ bastato scrivere il post e subito sono arrivati approfondimenti da fonti attendibili che vi giro.

Gli ETN sono titoli di debito e quindi chi compra un ETN è soggetto al rischio controparte. Nel caso degli ETN Lyxor invece, non è così. E qui bisogna dare merito alla Lyxor e a Société Générale. Infatti oltre alla solita “garanzia” data dall’emittente, gli ETN Lyxor hanno in pancia una garanzia in più, ovvero un colalterale non fisico legato al titolo stesso e non aggredito da terzi. Per questo motivo l’ETN ha rating AAAf, ovvero il massimo del rating. E questo collaterale è un ETF della famiglia Lyxor, l’EuroMTS 15+Y . Quindi, andando al concreto, se fallisce SG, il collaterale copre. E quindi l’ETN diventa a questo punfo molto più sicuro ad esempio di un ETC.

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!


VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 7.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)
ETN: arrivano a Piazza Affari i cugini di ETC e ETF, 7.3 out of 10 based on 3 ratings

Commenti (n° 5)Commenta

  1. passatpower scrive:

    :roll: :roll: :roll: :roll: :roll: :roll: :roll: :roll:

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. passatpower scrive:

    Contro il rischio di fallimento dell’emittente c’è a garanzia proprio il collaterale finanziario (ETF su Titoli di Stato in Euro). Questo collaterale non è aggredibile da terzi, in virtù di una legge primaria di uno Stato UE (e non di un accordo contrattuale privato).

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. passatpower,

    Quanto tu dici mi par strano. E’ una caratteristica degli ETN italici in Lyxor che verranno? Mi risulta che gli ETN “classici” non hanno collaterali in garanzia.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. Dream Theater,

    Visto.
    Complimenti a Lyxor per il confezionamento del prodotto.

    Ho integrato l’articolo per correttezza. :-) Questo particolare mi era sfuggito.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. mattacchiuz scrive:

    ciao amici.
    da domani ritorno all’ovile.!

    ho finito di fare la spesa, ora sono pronto! :-)

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)