Cerca nel Blog

ECRI Weekly Economic Leading Index Update

Scritto il alle 17:00 da Danilo DT

Aggiornamento dell’ECRI Index. Il dato tende a migliorare e sembra voler invertire.

Buon venerdì pomeriggio. Prima di staccare per il week end non poteva certo mancare l’ennesimo dato settimanale su quell’indice che oramai abbiamo adottato affettuosamente: l’ ECRI Weekly Economic Leading Index o ECRI index, il nostro leading indicator preferito del momento, un leading indicator che per molti è discutibile ma che, secondo me, rispecchia in modo molto valido la realtà della situazione economica.
Per poter leggere i vecchi post sull’argomento e per sapere come funziona, cliccate qui sotto:

ECRI INDEX

Storicamente, un ECRI Index sotto i -10 significa recessione. Come è l’ECRI index di questa settimana?

Grafico ECRI Index : -7.00

Clicca per ingrandire

Situazione che tende a migliorare ancora, grazie ad alcuni dati macro in uscita in questi giorni ed il buon andamento dei mercati azionari.Interessante notare che il risultato raggiunto, ovvero -7, è esattamente pari alla media dell’ultimo anno. il 2010, che non è proprio stato un anno memorabile…..
Bene, cari lettori, questo è il mio ultimo vero post operativo di questa settimana.
Ci sentiamo con le rubriche del week end.

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

 

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
ECRI Weekly Economic Leading Index Update, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Lascia un commento
50 cent

Buon week end Dream.
Quando puoi però potresti spiegare come si concilia il miglioramento del dato ECRI con l’insostenibilità dei mercati?
Cioè: ogni giorno sosteniamo che non c’è ripresa e quindi i mercati sono drogati, però ECRI sembra dare segnali di miglioramento.
Sono confuso sicuramente per ignoranza mia, ma la confusione resta.
Ciao e come sempre grazie.

Scritto il 8 ottobre 2010 at 17:18
lucianom

Qualcuno sa cosa sta succedendo con le materie prime, qual’è il motivo del fortissimo aumento di oggi?

Scritto il 8 ottobre 2010 at 17:25
arankio

Appunto…per la precisione…aumento degli alimentari…

Grano +10,79%

Zucchero + 5,70

Beni Agricoli +5,70%

Scritto il 8 ottobre 2010 at 17:43
caposci

a me puzza molto, hanno tardato il giorno della svolta perchè tutti si aspettavano oggi e come dice Dt in altre occasioni, loro , non vogliono far capire quando si ha una svolta , per poter chiudere le reti sia che si parta all’insù che all’ingiù

Scritto il 8 ottobre 2010 at 17:48
mattacchiuz

arankio@finanza,

lucianom,

ci sarà da preoccuparsi? adesso manca solo che sti scemi prendano paura che la fed non faccia più nessun qe e spostino i la liquidità dalla cartaccia azionaria al cibo…

Scritto il 8 ottobre 2010 at 17:49

50 cent,

Butta un occhio a questo post.
http://intermarketandmore.finanza.com/ecri-weekly-economic-leading-index-update-6-16645.html
Spiego come è composto l’ECRI.
In effetti è influenzato anche dall’andamento della borsa più da alcuni dati che sono usciti recentemente in miglioramento. Siamo cmq ben lontani ancora dallo zero.

lucianom,

Soft alla riscossa…. Opsss. .. :oops:

http://intermarketandmore.finanza.com/commodity-soft-alla-riscossa-14400.html
:wink:

Scritto il 8 ottobre 2010 at 17:54
lampo

Può essere una spiegazione plausibile che oramai… molti non si fidano più del mercato azionario (visto che più che un casinò è diventato un casino imprevedibile) … e preferiscono mercati “più trasparenti” e meno “manovrabili” da certe istituzioni, come quello delle materie prime?

Scritto il 8 ottobre 2010 at 18:12
vichingo

Mi sa che occorrerà fare un corso su “Iron Condor”; è lì dove dorme il polpo, gremlin l’ha capito da tempo. :idea:

Scritto il 8 ottobre 2010 at 18:45
lucianom

Non mi stancherò mai di ripetere che se le materie continuano a crescere, in particolar modo il petrolio da questa recessione non ne usciremo più.Le persone non smetteranno di mangiare ne di usare la macchina perciò non pagheranno il mutuo, e chi non ce l’ha, diventerà povero anzi tutti diventeranno poveri.Lo S&P deve andare ancora a 666 per vedere il petrolio a 36$?Semba propio di si perchè gli speculatori non vogliono mollare non sapendo che ci andranno di mezzo anche loro,almeno così io spero.

Scritto il 8 ottobre 2010 at 18:49
bergasim


Cosa fate quelle facce, non lo sapevate che gli asini volano? siete una massa di ignoranti, ecco perchè la borsa va bene, altro che trading system o qe, tutte balle.:mrgreen:

Scritto il 8 ottobre 2010 at 19:06
Lukas

Lucianom questo short mi sa che va a farsi benedire……io a 1170 di s&p…stop loss 2% esco……….ma non è ancora finita la giornata !!!

Scritto il 8 ottobre 2010 at 19:19
Lukas

bergasim la fed sta facendo incetta di bond…..facendo crollare i tassi…….e la liquidità immessa nel sistema si dirige dovunque……ieri su oro ed argento….ed oggi persino sulle materie prime agricole………..passeremo dalla bolla dell’immobiliare………a quella delle commodity ?

Scritto il 8 ottobre 2010 at 19:26
bergasim


DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA

Scritto il 8 ottobre 2010 at 19:47
lucianom

Lukas,

La giornata non è ancora finita.Comunque per me e stata una esperienza che mi servirà, considererò questa perdita come un investimento per il futuro(non abbandonare le regole che ci si è dati per seguire le sensazioni causate dall’andamento di alcuni indici).Io non uso stop loss ma chiuderò la mia posizione stasera o lunedì secondo l’andamento dello S&P.Oggi mi è andata doppiamente male perchè TME ha chiuso a-1,51%(comunque sono in gain del 15,02%) da tanto tempo non investo su singole azioni ma su questa ci credo.

Scritto il 8 ottobre 2010 at 19:47
aquilifer

una delle varie opinioni
riporto l ultima parte
http://www.lombardreport.com/lr/articolo.asp?id_articolo=27731
Nell’ultimo report mensile di Hochberg e Kendall redattori di EWT si ricorda come questa impotenza della Fed fosse stata prevista nel libro “Conquare the Crash” (mai tradotto in Italia) dove ad un certo punto si dice che “per molte persone il maggiore shock e la maggior sorpresa per i prossimi decenni, sarà la rivelazione che la Fed, non ha mai veramente saputo cosa stava facendo sulla terra” e conclude chiosando che: “il QE2 , se e quando emergerà, con il suo conseguente fallimento nel sostenere ed ampliare il credito degli Stati Uniti, potrebbe essere l’ultimo chiodo nella bara per tutti coloro che credono che la Fed controlli i mercati.”

Ognuno tragga le conclusioni che crede…
alla prossima

Scritto il 8 ottobre 2010 at 20:56
aquilifer

riporto quanto detto da SARA SILANO nella puntata di questioni di borsa del 1-10-2010
uno studio MORNINGSTAR dice che le societa ad alta capitalizzazione sono e saranno prese di mira dagli hedge fund perche ritenute sottovalutate
http://www.radio.rai.it/player/player.cfm?Q_CANALE=http://www.radio.rai.it/radiorai/online/grr/eco/questionediborsa2010_10_01.ram

Scritto il 8 ottobre 2010 at 21:16
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+