ECCESSI di mercato e dèjà vu (quando si raggiungono i picchi delle bolle)

Scritto il alle 11:26 da Danilo DT

Mera statistica.
Prendiamo la somma di azionario e obbligazioni corporate, rapportate al PIL.
Vero, le condizioni non sono mai paragonabili, ma la statistica è quantomai curiosa.
Come vedete la somma di equity e debt security parametrate al PIL su scala MONDIALE hanno raggiunto un nuovo massimo.
Ora, sarà sicuramente un caso, ma quando è successa la stessa cosa in passato (mi riferisco al 2000 ed al crollo del Nasdaq, con tutti gli eccessi che incorporava, e poi al 2008 e al default di Lehman Brothers, con tutti gli eccessi che immobiliare e credito incorporavano) abbiamo sempre vissuto dopo un po’ di tempo, un periodo abbastanza apocalittico.

Ripeto, mera statistica. Intanto iniziate a farvi qualche domanda su eventuali eccessi che sono presenti in questo momento. E se ne trovate (e credete siano degni di nota) allora segnalatecelo nei commenti e fateci un pensierino….

PS: ritengo la fonte sufficientemente affidabile.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (6 votes cast)
ECCESSI di mercato e dèjà vu (quando si raggiungono i picchi delle bolle), 9.7 out of 10 based on 6 ratings
2 commenti Commenta
alplet
Scritto il 19 giugno 2018 at 15:16

Diciamo che io terrei i miei soldi in liquidità anche per 2 anni, nell’attesa che vengano fuori prezzi più buoni chissà quando.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bandeirante
Scritto il 19 giugno 2018 at 20:19

Buonasera. Da quando mi occupo di finanza un momento così particolare non l’ho mai vissuto. Ormai , anche seguendo da tempo vari blog di economia e finanza, a me pare si sia entrati nell’ambito del “vale tutto”. Azioni, anche importanti che un giorno perdono il 6% e il successivo guadagnano la medesima percentuale, a parità di dati di bilancio , dalla notte al giorno, ritengo sia segno di una finanza costruita solamente per la speculazione e non più per un investimento. Non esistono più dati di bilancio, evoluzione di utili, esame di progettualità aziendali. I soldi, oggi , conviene spenderli ed investirli nel proprio medio-lungo termine.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+