Cerca nel Blog

Deja Vu: una crisi finanziaria già scritta (Cina vs USA)

Scritto il alle 15:55 da Danilo DT

Tutto suona come un deja vu… E non possiamo nemmeno dire che la storia non ha insegnato nulla! Infatti quando scoppiò la crisi subprime negli USA, con il default di Lehman Brothers il sistema bancario cinese era ancora “immaturo”. Ed oggi…continua ad esserlo. Ma la storia non ha insegnato nulla.
Guardate questo grafico e ditemi se trovate delle somiglianze…

E sulla leva finanziaria abbiamo già detto in passato…

Per certi versi la situazione cinese ricorda molto quanto già visto negli USA nel periodo 2007-2008.   Anche a Pechino si parla di liquidità (allora negli USA era Greenspan il fautore del “dollaro facile”), la PBoC dice che è tutto ok, ma vuole evitare che la nuova liquidità vada poi a finire inevitabilmente nella speculazione.

Ed ecco un altro fatto comune. Gli utili che le banche generano non sono legati alla “gestione caratteristica” ma dalla finanza, dalla speculazione, dal “shadow banking” che oggi ha raggiunto il 55% del PIL in CIna, una cifra monstre che è all’incirca pari a 4.700 miliardi di USD. I prestiti bancari oggi sono pari al 207% del PIL cinese.

Ma tutto questo, sia ben chiaro, sta bene alle banche centrali, le quali volutamente hanno voluto generare ricchezza artificale. Oggi però si sta nuovamente esagerando, sopratutto in Asia. E una nuova crisi stile “crisi subprime” si sta concretizzando in Cina. E la globalizzazione non ci permette di pensare che sarà un fenomeno localizzato. Lehman Brothers (default) insegna.

STAY TUNED!

DT

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Deja Vu: una crisi finanziaria già scritta (Cina vs USA), 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Lascia un commento
john_ludd

>> … il sistema bancario cinese era ancora “immaturo”

che vuol dire ?

un sistema bancario è maturo se è ben regolamentato, trasparente, con una netta separazione tra attività retail a da investimento e solido a prova di bomba.

trovamene uno abbia tutte queste caratteristiche, in scandinavia e singapore ci si avvicinano ma anche loro hanno ancora da fare !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 26 giugno 2013 at 16:13

Immaturo infatti virgolettato in quanto non ancora navigatocome le grandi banche USA, inesperto, ma con tanta voglia di crescere, anche troppa.

Poi se intendi Immaturo come dici tu, allora TUTTI sono immaturi! Anche se sarebbe meglio definirli tutti imperfetti o incompleti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 26 giugno 2013 at 16:24
bergasim

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 26 giugno 2013 at 17:13

bergasim,

Che pirla…. :mrgreen:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 26 giugno 2013 at 19:13
Lukas

bergasim,

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 26 giugno 2013 at 19:51
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

S&P 500: quale performance per il 2015?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+