Cerca nel Blog

Curva dei tassi. In Italia NON si vede la ripresa economica

Scritto il alle 12:12 da Danilo DT

Si parla tanto di ripresa economica. In effetti qualcosa si sta muovendo. Ma non in Italia. Anche se qualcuno continua a dire il contrario.

«Anche in Italia i primi segnali di una lenta ripresa economica, o almeno di un arresto della caduta, ci sono e trovano conferma in diversi indicatori». È quanto afferma il direttore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, secondo cui tuttavia «i danni della crisi sono stati da noi maggiori che in altri Paesi, anche per questo la ripresa è più faticosa». Secondo il numero due di via Nazionale, la ripresa «può essere sostenuta dalle imprese con il riavvio dei piani di investimento». (Source) 

Condizionale d’obbligo ed è giusto che sia così. Qui almeno un po’ di equilibrio si può leggere tra le righe. Ma noi tutti sappiamo che la situazione è molto difficile ed il risultato di questa considerazione è che l’Italia non solo deve agire su se stessa, ma deve farlo mettendosi a confronto con le capacità degli altri. Questa modalità di approccio ai problemi economici del paese è assente totalmente nei dibattiti politici italiani e, purtroppo, anche nella testa dei cittadini. Ma lasciamo da parte le polemiche ed i mia culpa e lasciamo anche da parte i vari indicatori macro tradizionali, tipo questo.

Uno degli strumenti per tastare il polso della ripresa è, ancora una volta, la curva dei tassi. E nella fattispecie la differenza tra la curva dei tassi a 2 anni e quella a 10 anni.
Infatti, se c’è ripresa il mercato “vede” un aumento dell’inflazione nel medio periodo. Quindi il mercato dei bond più lunghi subisce un deprezzamento in virtù di una possibile rialzo del costo del denaro.
Il differenziale di rendimento tra i 2 anni ed i 10 anni tende, in questo caso ad aumentare.
Quando invece NON si vede crescita, il differenziale non aumenta.
E, sarà un caso, le curve che ho preso in esame, ci dicono che:

a) USA (in bianco)
b) Germania (in blu)
c) Francia (anche se in tono minore, in verde)
d) Canada (in giallo)

Sono economie dove effettivamente si vede un barlume di crescita, essendo il differenziale 10yr-2yr in aumento.
Ma poi guardate il Giappone (in arancione) e ancora di più l’Italia (in viola).
Secondo voi queste due curve sono in ascesa? In particolare quella italiana non sembra proprio. Morale: ripresina si, ma non nel Bel Paese.
Sapevatelo….

PS: ovviamente questo medoto è contestabilissimo e molto didattico. Ma guarda caso, con questo scenario mi sembra sia perfettamente azzeccato.

STAY TUNED!

DT

Sostenete l’iniziativa. Abbiamo bisogno del Vostro aiuto per continuare questo progetto!


Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
Curva dei tassi. In Italia NON si vede la ripresa economica, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
Lascia un commento
paolo41

“la ripresa può essere sostenuta dall’imprese con il riavvio dei piani di investimenti” !!!!!
facile scaricare sugli altri, già oberati dai tassi più alti della concorrenza estera e dal calo dei consumi edall’esosità del sistema fiscale.
Dimostrazione che i nostri politici (perchè anche quelli di banca d’Italia sono figli dei partiti) non capiscono un’acca. Cosa fanno il governo e i vari “mangia soldi a tradimento” per favorire gli investimenti???
Hanno ridotto lo scudo fiscale ? Hanno ridotto l’irap o l’imu alle imprese? sostengono gli investimenti in ricerca?? etc, etc,
NO! stanno solo lì a fare filosofia , a scaldare le cadreghe e a intascare lauti stipendi.
ABOMINEVOLE!!!!! Almeno avessero la capacità di attivare il cervello prima di parlare, non si rendono conto che ogni uscita di pura retorica è uno schiaffo alla maggioranza delle persone che non riescono a portare a casa la pagnotta!!!!

Scritto il 27 agosto 2013 at 14:09
giobbe8871

fabbricare Navi militari aiuterebbe il nostro PIL :mrgreen: :wink:

Scritto il 27 agosto 2013 at 14:46
giobbe8871

anche comprare gli Ubot aiuta il PIL :mrgreen: :twisted:

Scritto il 27 agosto 2013 at 14:49

Ciao danilo.
Sono pienamente d’accordo, da sempre la curva dei tassi ci indica la situazione economica di un paese. Nel nostro caso ci stiamo avvitando inesorabilmente.

Scritto il 27 agosto 2013 at 17:45

briz@finanza,

Ciao Briz! Benvenuto tra noi! Appena riesco ti rispondo via email.
Tomorrow?

;-)

A dopo!

Scritto il 27 agosto 2013 at 18:14
ottofranz

… oh bella ! 8O

Quindi vuoi dire che ci hanno raccontato la “storia del Lupo?” :evil:

Scritto il 27 agosto 2013 at 19:20

Dream Theater,

Grazie per il benvenuto, Danilo :D . Va benissimo per domani, con tutta calma :wink: .
I tuoi articoli sono davvero interessanti e di grande competenza.
Buona serata.

Scritto il 27 agosto 2013 at 21:59
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Quando alzerà la FED i tassi di interesse ?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+