Crescita economica e inflazione: occhio Italia!

Scritto il alle 12:51 da Danilo DT

Eccellente signori. A dicembre il tasso di inflazione italiana sale all’1,9%, lievitando sensibilmente dai numeri persentati nei mesi scorsi, grazie ad un aumento dello 0.4%. Ovviamente in Europa, grazie agli effetti inflattivi della Germania, il tasso inflazione è salito al 2.2%. O per lo meno questa è la stima dell’Eurostat.. Per i dati definitivi occorrerà aspettare marzo.

Ma se tanto mi dà tanto…e se l’inflazione cresce, allora significa che la ripresa economia è effettivamente partita!

Beh, occorre fare delle distinzioni. In Germania, i numeri parlano chiarissimo. La ripresa economica è effettivamente forte nello stato che rappresenta, oggi, il motore economico dell’Unione Europea, l’unico paese che si è permesso nel Vecchio Continente di crescere quasi a livello di “paese emergente”. E gli altri paesi?

E soprattutto, in Italia come è la situazione?

Il 2010 è un anno che rappresneta per l’Italia la conferma di un trend che, purtroppo, ci vede protagonisti di una crescita molto lenta. Ci sono aziende che hanno perso quote di mercato a causa della crisi, altre sono un po’ migliorate, ma la somma delle parti ci illustra un aumento delle importazioni.

A questi dati occorre aggiungere alcuni fatti negativi che influiscono in modo determinante sulla crescita economica, ovvero il peggioramente del mercato dell’occupazione (tasso disoccupazione in peggioramento come illustrato nei precedenti post) al quale aggiungiamo la mancanza del sostegno pubblico (un po’ di austerity ce la becchiamo anche noi).

Italia, due fasi di ripresa a confronto: 2010 e 2006

  Crescita 2010 sul 2009 Crescita 2006 sul 2005 quote sul Pil 2009
Pil +1.0 +1.9 100,0
Import +7.8 +5.9 24,3
Consumi +0.7 +1.3 59,6
Spesa pubblica -0.5 +0.5 22,0
Investimenti +2.4 +2.6 18,9
-Macchinari +10.1 +5.0 6,8
-Mezzi di trasporto +4.4 +4.1 1,8
-Costruzioni -3.0 +0.6 10,2
Export +6.9 +6.2 23,9
Nota: i dati si riferiscono ai primi tre trimestri dell’anno di riferimento. Ad esempio: “crescita 2010 sul 2009” vuol dire “crescita nel gennaio-settembre 2010 rispetto al gennaio-settembre 2009”.
Source: LaVoce

Quindi, a conti fatti l’inflazione generatasi in Italia non è una “buona inflazione”, ovvero legata ad un’effettiva crescita economica. Purtroppo la macchina economica italiana continua ad essere inceppata, e una delle nostre vecchie forze, ovvero l’esportazione, ha perso lo smalto di un tempo. Puntare su una crescita interna? Fantafinanza. Troppo depresso il mercato dei consumi e del lavoro.

Crescere quanto meno a livello degli altri stati non è un optional, ma una necessità, in quanto anche per contrastare quel maledetto ratio debito pubblico/PIL non ci resta che un aumento del denominatore, e questo aumento deve essere stimolato in qualche modo. E’ giunta l’ora di intervenire, caro Governo. E occorre farlo subito, prima che sia troppo tardi. Ma attenzione: non a parole. Ma coi fatti.

PS: Ma non temete, siamo in buona compagnia. Leggevo stamani alcune assurdità che stanno accadendo. In primis quella in gran bretagna dove addirittura si è tornato al baratto all’interno del gruppo di distribuzione alimentare Tesco, dove viene accettato oro come mezzo di pagamento per far fronte agli acquisti di alimentari. Un nuovo Monte di Pietà moderno. Ma drammaticamente old style se si legge perchè è stato fatto: per dare la possibilità a chi non ha soldi di comprarsi del cibo. Giudicate voi cosa potrebbe significare…

Ti è piaciuto questo articolo? Clicca qui a fianco e Votalo su Wikio!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.0/10 (4 votes cast)
Crescita economica e inflazione: occhio Italia!, 9.0 out of 10 based on 4 ratings
1 commento Commenta
Scritto il 5 gennaio 2011 at 10:11

Confermato, ahimè, quanto detto ieri:

PMI Italia 50.2 (previsto a 53.5)
PMI francia 54.9 (pervisto a 54.1)
PMI Germania 59.2 (previsto a 58.2)

Italia sempre peggio… :(

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+