Compratevi il futuro

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Guest Post: alla ricerca di un mondo migliore (il sogno di Amerigo)

Stimolato dalla bella discussione scaturita dal post “Agire! E subito!” del nostro Boss, provo a buttare giù un paio di idee che potrebbero rivelarsi utili a chi ,stanco delle parole ,voglia dedicarsi ai fatti. Nel caso specifico faccio riferimento ad alcune situazioni rilevabili nelle Valli cuneesi (nella foto la Valle Maira) che conosco, ma che credo si possano replicare in molte parti del nostro territorio
Ecco l’idea.

Supponendo che chi frequenta questo blog abbia un minimo di capitale da investire, frutto di risparmi accumulati che si cerca in tutti i modi di far fruttare , o quantomeno di non vedersi erosi dagli eventi,immagino una persona tipo ,intorno ai 40 anni, con famiglia ed un capitale di partenza che gli permetta allo stato attuale di acquistare un automobile di gamma alta . Chiamiamolo Amerigo , e inviamolo alla scoperta del suo Mondo futuro.

Amerigo una domenica prende la sua famigliola e si fa una gita in montagna.
Si gode il paesaggio e nel farlo comincia a cercare una casa di vacanza che possa costituire per lui un rifugio sicuro dagli stress quotidiani, un suo piccolo pezzo di paradiso dove purgarsi dai pensieri cattivi accumulati in settimana.
Nel farlo cerca però di individuare una Comunità che gli fornisca le garanzie di avere attorno a se amici con cui scambiare un sorriso, e non vicini dispettosi rosi da gelosie e invidie.
Ecco quindi il primo parametro di scelta.

Un piccolo borgo, con ristrutturazioni recenti fatte rispettando l’antico, dove il bello viene coltivato e salta subito all’occhio. Sembrerebbe una banalità, ma dietro questa semplice osservazione si cela una grande verità. E’ imperativo rifuggire da una casa anche in ottima posizione ,ad un costo assolutamente interessante ecc. se intorno a voi vedete lamiere , nylon e attrezzature lasciate a marcire nei cortili.

Una comunità che si è sviluppata armoniosamente, indica capacità collaborativa e mentalità aperta , cosa molto rara da trovare nelle vallate alpine dove la Storia ha delegato all’individualismo ed alla chiusura mentale la gestione dei rapporti sociali.

Una volta individuata la location , Amerigo dovrà cercarsi il pezzo di Paradiso alla portata delle sue tasche. Il consiglio è di rivolgersi al geometra del Paese, o al decano, che di sicuro avrà ereditato baite e terreni e conosce tutti gli attori e le loro storie. Non è raro trovare case , anche piccole, proprietà di addirittura dieci persone, di cui alcune emigrate da anni in altri Paesi e dei quali si son perse le tracce, oppure case costruite in parte su terreni demaniali o anche di altrui proprietà.
Tutte cose che fanno diventare il sogno un inferno.

Oggi con l’andamento economico e le nuove tasse che a breve graveranno sulle rendite catastali , sarà più facile trovare occasioni che non in passato. Nella scelta ,l’esposizione a sud e l’acqua dovranno essere prioritarie. Amerigo si accorgerà di come questi due parametri incideranno sul prezzo,ma in questo caso non conviene lesinare . Una sorgente o un piccolo ruscello sono ricchezze incommensurabili in montagna .

Altro occhio di riguardo allo spazio ed alle superfici in piano disponibili. La possibilità di accesso e lo stivaggio di riserve come legna ed attrezzature sono prioritarie. A questo proposito locali adiacenti dove un trattore possa comodamente arrivare e pendenze sfruttabili per costruire tettoie e serre a prova di neve , possono tornare molto utili.
L’intergazione energetica derivante da pannelli solari, fotovoltaici e riscaldamento a legna necessitano di grossi spazi asciutti e ventilati ed altri ulteriori chiusi dove poter accumulare scorte di acqua calda in voluminosi boiler ed accumulatori.che avranno grande utilità
Oggi esistono sistemi relativamente poco costosi che permettono autonomie energetiche e confort anche in situazioni limite . Ad esempio in luoghi dove non venga permesso ,per motivi di impatto ambientale, l’utilizzo di pannelli.

E’ possibile col metanolo alimentare carica batteria per camper da 1600/2500 watt che con un inverter trasforma i 12 volt in 220 e permette di poter usufruire di circa 2 kw di potenza con un costo di circa 4 euro giorno . Situazioni limite,. solo per integrazioni, ma certamente interessanti.

In quest’ottica mai dimenticarsi un buon generatore possibilmente alimentato a gasolio.Nella ricerca degli spazi occorrerà dedicare un attenzione particolare al ricovero eventuale di animali A seconda delle velleità non sarà male individuare comunque un’area, anche al limte un po’ defilata rispetto alla casa, e possibilmente sottovento per evitare fastidiosi odori e rumori.

E’ molto probabile che nel raggio di pochi km esista un bosco di faggi e frassini, o comunque un terreno adatto all’impianto. Impianto che eventualmente si può fare avendo gratuitamente i piantini dalla Guardia Forestale.

Varrebbe la pena di aggiungere al carrello della spesa anche l’acquisto di qualche giornata (poco meno di 4000 metri quadri). Un bosco cresce in silenzio e senza costi, ed una riserva di buona legna specialmente da una posizione orientata a sud , è oro puro. Amerigo nel guardare crescere il suo investimento si potrà divertire anche con la raccolta di qualche fungo che oramai stanno crescendo solo più dopo certe altezze.

E’ importante che il Nostro sappia che da qualche parte la casa dei suoi sogni esiste,come la vuole lui, ed ai costi che dice lui. E’ la che lo aspetta, ed è questo il motivo per il quale non deve aver fretta, ma al contrario dedicare il tempo dovuto alla ricerca con calma, ponderazione e determinazione ,, tenendo ben presenti le caratteristiche che ha identificato essere essenziali, e limitando al massimo i compromessi.

Immaginando un fortunato Amerigo che in breve tempo riesca a trovare quanto cercato , non resta che incominciare pian pianino a frequentare l’ambiente ,muovendosi con molta attenzione nell’ambito della comunità, che per quanto aperta avrà bisogno di molto tempo per accettare al suo interno il nuovo venuto.
A tal riguardo cercare consigli dai vicini e mostrare attenzione per tutte le soluzioni da loro adottate per vivere il posto, li renderà meglio disposti nei suoi confronti.

Indispensabile per qualsiasi lavoro sfruttare la disponibilità di manodopera locale. Collaborare ai lavori e fare il manovale agli ordini dell’artigiano di turno, costiturà crediti importanti da riscuotere al momento giusto E’ certo che a questo scopo occorrerà considerare di sacrificare parecchie giornate di ferie., ma si avrà anche l’indubbio pregio di avere sotto controllo i lavori eseguiti.

Altro must, sarà la disponibilità alla partecipazioni a lavori comunitari, come la pulizia di fossi e di rivaggi invasi da rovi e vegetazione rigogliosa che possa ingombrare accessi comuni.
Il mutuo soccorso è coltivato, e in certi casi considerato “dovuto”. Spesso si conclude con cene e balli davanti ad un buon bicchiere di vino e non c’è niente di altrettanto efficace come passaporto per la comunità.

Nel giro di pochi anni Amerigo scoprirà che quella che era partita come un’avventura vacanziera, sarà diventato una parte importante del suo cuore e della sua famiglia e che suo figlio avrà trovato in quei bimbi montanari amici fra i migliori che in futuro desideri incontrare.
.Anche se nel frattempo, diventato adulto, avrà imparato ad essere cittadino del Mondo e parlerà quattro lingue, tornerà sempre volentieri a spiaccicare le poche frasi di patois che nel frattempo aveva imparato.

E senza accorgersene Amerigo si troverà protetto dalle spesse mura di un castello immaginario che riuscirebbe a a difendere lui e la sua famiglia perfino da eventuali eventi devastanti per altre comunità
Al semplice costo di quella che inizialmente era un’auto di grossa cilindrata.

Il punto d’arrivo dipenderà molto dal “quanto” al progetto iniziale “vacanziero” avrà preso posto quello finale della costruzione del futuro.Ma di un vero investimento si tratta ,dato che in ogni momento Amerigo troverà chi è disposto a comprargli il suo angolo di Paradiso
Adesso che Amerigo ha la certezza di sapere che un futuro un po’ più sicuro è possibile, la domanda è…conoscendo il come …quanta è la voglia vera di passare dalle parole ai fattti dedicando al tutto i necessari sacrifici e le priorità ,relativamente al tran tran solito di ferie e spese superflue?

Buona giornata

Franco alias Ottofranz

Sostenete l’iniziativa. Abbiamo bisogno del Vostro aiuto per continuare questo progetto!


Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.8/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Compratevi il futuro, 7.8 out of 10 based on 4 ratings

Commenti (n° 3)Commenta

  1. …corretto alcuni errori MIEI di editing…

    Me ne scuso con Franco e coi lettori.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. mirrortrader scrive:

    Investire in una seconda casa? Tra tasse e costi mi sembra soldi buttati.

    L.immobiliare é morto jn italia.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. dfumagalli scrive:

    E’ molto, molto, MOLTO dura riuscire ad entrare in una comunità tipo quelle descritte nell’articolo. Dopo 30 anni d’inserimento, la mia famiglia era ben voluta, rispettata ed integrata (con vari ruoli in attività del paese) ma anche così c’era sempre ben presente e fatto presente che eravamo “stranieri”. Sembra una cosa da poco, ma ad esempio quando devono dare una concessione edilizia o un lavoro, danno SEMPRE la priorità ai “loro”.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)