Cerca nel Blog

Bund: per PIMCO perde lo status di safe haven

Scritto il alle 11:11 da Danilo DT

Il rapporto tra T-Note e Bund è stato anche oggetto del Meeting Act II di sabato scorso.
Nelle ultime sedute abbiamo avuto modo di vedere uno scenario abbastanza “nuovo”. Se fino a qualche settimana fa il T-Note 10yr e il Bund continuavano con un rapporto quasi simbiotico, parallelo, ultimamente quest correlazione forteissima sta un po’ venendo meno. Come mai?
Il motivo è questo. Se fino a qualche giorno fa il Bund era il titolo più solido, un vero safe haven per il risparmatore, oggi lo è un po’ di meno.
Le concessioni della Germania (ancora teoriche) hanno praticamente fatto capire che si procederà progressivamente ad una Unione Europea più vera. Non si tratta ancora, come dice la Merkel , di una socializzazione del debito, ma la direzione potrebbe essere a lungo termine proprio questa. Ed ecco che quindi il mercato fa le sue scelte. Il bond safe haven non è più tanto il Bund. Ma il T-Note e solo più lui.
A supportare questa tesi ci ha pensato proprio oggi una nota casa USA, PIMCO, la quale dice…

Pacific Investment Management Co. expects Germany to lose its status as a safe haven and has reduced the amount of the country’s sovereign debt it holds, WirtschaftsWoche reported, citing Andrew Bosomworth, who leads Pimco’s operations in the country.
Germany will have to pay whether the euro zone survives the debt crisis or not, either in contributions to rescue funds and joint debt liability or to reduce the impact of an ensuing recession and to rescue lenders, the German publication cited Bosomworth as saying.
Pimco has switched its focus to bonds from the US, the U.K. and Scandinavia, Bosomworth was cited as saying. (Source

Se la Germania “cede” alle necessità dell’Eurozona non sarà più la Germania di prima. E questo la rende meno “safe haven”. Però da qui a dire che non sia un titolo sicuro, ce ne vuole….

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI| e seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.3/10 (4 votes cast)
Bund: per PIMCO perde lo status di safe haven, 8.3 out of 10 based on 4 ratings
Tags: , ,   |
Lascia un commento
daino

Dear Dream, assisteremo quindi ad un apprezzamento dell’euro?

Scritto il 2 luglio 2012 at 11:18
bergasim

Caro dream al di là di quello che dica o meno pimco è da tempo che si parla che la germania perderà la tripla a entro l’anno, quindi pimco scopre solo l’acqua calda.

Scritto il 2 luglio 2012 at 11:25
lapradera

daino,

Buondì, ma in queste condizioni con l’apprezzarsi dell’euro non vendiamo neanche più un bottone, è chiaro però che tenendo presente tutta la bilancia commerciale globalizzata il discorso si fà un pò più complicato.

Scritto il 2 luglio 2012 at 11:34
daino

lapradera@finanzaonline,

si infatti! Di conseguenza penso che la bce, dove saranno consapevoli della correlazione fra il rapporto bund/t-note e eur/usd, provvederà a tagliare i tassi.

Scritto il 2 luglio 2012 at 11:40

daino,

mossa mooolto probabile a breve… ;-)

Scritto il 2 luglio 2012 at 13:10
kry

Non può essere che il t-bond sia manipolato dagli acquisti della FED al contrario della buba che non lo può fare.

Scritto il 2 luglio 2012 at 18:35
Finalmente una grande guida indipendente per i tuoi investimenti

InvestimentoMigliore LOGO

Clicca sul logo e scoprici!

Sostieni IntermarketAndMore

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Seguimi su Libero Mobilesiti Check PageRank
Google+