Borsa USA: il Fear Index mette in allerta i traders

Scritto il alle 15:25 da Danilo DT
Una scena di "The Wolf of Wall Street"

Una scena di “The Wolf of Wall Street”

Il quadro tecnico di diversi listini azionari è molto simile. Segno che probabilmente ci sarà un andamento molto simile a livello di tendenza nei prossimi giorni. Mentre il FTSEMIB macina record, lo SPX si trova a contatto dei massimi precedenti. Ma il Fear Index suggerisce cautela.

Euforia a Piazza Affari, nuovamente e finalmente.
Anzi, il nostro FTSEMIB risulta addirittura uno dei migliori indici con un ottimo +1.11%, dopo aver anche tentato un attacco ai massimi del 15 aprile, per la verità violati nell’intraday ma poi “persi” durante la seduta.
In questa sede però no voglio tediarvi con un’analisi del FTSEMIB, ma con un’altra che il sottoscritto ha fatto sul benchmark globale, lo SP500.
Questo è uno “spaccato” degli ultimi giorni di borsa.

Grafico SP500 last days

spx-last-trades

Come potete notare, stiamo testando, proprio come per il nostro FTSEMIB, i massimi precedenti. Ed è molto difficile poter definire DOVE andremo a finire. Infatti (e chi segue l’analisi tecnica ne è testimone) arrivare ad un doppio/triplo massimo vuol dire proprio nulla. Certo, gli indicatori possono aiutare ma non sono determinanti. Quello che comanda è il prezzo (che comunque negli ultimi giorni ha disegnato delle doji mica da ridere).

Io però sono un testone e non mi accontento. E allora vi presento una mia “chicca” che mi ha dato un segnale molto interessante.
Io l’ho ribattezzato Fear Index (se avete delle idee carine comunicatele, tanto prima o poi lodovrò battezzare in qualche modo) anche se è un nome molto inflazionato. È un indicatore che ho creato calcolando diversi tipi di spread su scadenze diverse, prese da determinate coperture.

Non voglio entrate troppo nel merito anche per non annoiarvi troppo. La cosa che conta è questa. Quando l’indicatore è in area 0.70 o importi minori, allora è un segnale che sul mercato delle opzioni, le coperture sono state comprare in ottica di “breve periodo”. Segnale che i grandi operatori sentono l’arrivo di una correzione nel breve. Viceversa, quando l’indice va oltre area 1.20, è un chiaro segnale di distensione. Le coperture più brevi vengono “smonate” e si preferisce operare su scadenze più lunghe: segno che gli operatori Vedono la fine della correzione, oppure stanno spingendo per una ripresa delle quotazioni o ancora spostano le coperture su scadenze più lunghe

Grafico SP500 e Fear Index

sp500-fear-index-spx

Vedete chiaramente che l’indicatore lavora benissimo nelle fase più “estreme” di trend ed è un eccellente indicatore anticipatore.
Dal grafico vedete l’ultima rilevazione cosa ha portato.

OFF TOPICS: NASDAQ BIOTECH

NBINasdaq Biotechnology  2015-07-20 08-35-19

PS: so che può essere poco attinente ma dedicare un post per questo grafico mi sembrava eccessivo.
Ve lo lascio così, nudo e crudo, con una sola specifica. Questo listino analizzato, il Nasdaq Biotech, oggi tratta un P/E forward pari a 58x. L’anno scorso lo stesso P/E forward trattava ad un generoso 43x. Tenuto conto che l’indice in 5 anni ha fatto il +450%, ci sarà un rischio “bolla”?

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La nuova guida per i tuoi investimenti. Take a look!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Borsa USA: il Fear Index mette in allerta i traders, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Tags: ,   |
4 commenti Commenta
draziz
Scritto il 21 luglio 2015 at 15:54

Rischio bolla?
…hmma nnooooooo… perchè?
E’ stata “creata” così tanta ricchezza…perchè bisognerebbe voler “bruciare” così tanti miliardi?

A meno che si faccia come in Cina: mettere in galera e al muro i “maledetti” shortisti, gli akkiappapolli…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 21 luglio 2015 at 17:11

OFF TOPICS; da oggi pomeriggio hanno dotato il blog di un aggiornamento “responsive”. che lo rende perfetto per la visione da sito mobile (cellulare) ma invece crea un po’ di casino dal PC.ho informato l’admin e spero che tutto venga sistemato quanto prima.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 21 luglio 2015 at 19:36

Da­ni­lo DT,

Tempi duri per i traders…..temo che la lateralizzazione proseguirà ancora……sino alla fine di settembre.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

warrenbuffett
Scritto il 22 luglio 2015 at 00:08

Poi dopo settembre…. Crash?
Trimestrali grigie x ora, dati macro grigi, tanta euforia finora…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+