Benchmark azionario USA: target raggiunto.

Scritto il alle 14:30 da Danilo DT

targetIl listino USA SP500 raggiunge quota 2000. Cosa succederà adesso?

Visto che mi piace essere coerente, riprendo un post scritto tempo fa dove dichiaravo pubblicamente il target che mi ero dato sullo SP500.
Riprendo quindi un post del 10 giugno 2014, che si intitolava “Investitori consapevoli in un mercato iper bullish” . Il titolo era di per sé tutto un programma e sintetizzava, secondo me l’anomalia del momento. Mercato sempre positivo malgrado i fondamentali in indebolimento. Successivamente riprendevo lo stesso grafico in data 8 luglio in questo altro post,  dove tornavo sull’argomento. La logica però non cambiava.

Mercato impostato sempre positivamente, e con un target (riferito al benchmark SP 500) posto in area 2000 punti. Un target che può essere anche di tipo psicologico. In realtà deriva da una serie di conteggi che molti contesteranno. Ma poco importa. L’analisi tecnica è fatta anche di queste cose.

Ieri sera come già sapete, la borsa USA ha nuovamente chiuso in rialzo e lo SP500 ha violato (temporaneamente) la barriera del 2000 punti per poi chiudere poco sotto.

U.S. stocks rallied on Monday, with the S&P 500 crossing 2,000 for the first time, lifted by a round of corporate deals and optimism that the European Central Bank would embark on further moves to stimulate the European economy. (…) “Closing above 2,000 would be a bit more significant because then you can bounce from there; it gives people a sense of confidence more than anything else; it’s a psychological mark, not a technical mark,” said JJ Kinahan, chief strategist at TD Ameritrade. (Source)

Target quindi raggiunto. Inizia la correzione? Improssibile dirlo con certezza. Ma certo è che oggi abbiamo raggiunto uno di quei livelli che sono “pesanti” e che non lasceranno indifferenti operatori e mercati. Per operare la ribasso o più semplicemente per vendere occorre attendere segnali più chiari, quei segnali che il mercato non ci sta dando da mesi, visto che il trend resta disegnato come con un righello.
Quindi per i più metodici, conviene aspettare. Per tutti gli altri invito a valutare con attenzione le asset class più “aggressive” e con un premi o al rischio ridotto all’osso e ingiustificato.
Poi ognuno faccia come crede, sempre tenendo conto che i margini di salita, comunque vada, non sono, secondo i maggiori analisti, così “importanti”

PREVISIONI SP500: media degli analisti vs grafico SP 500

previsioni analisti chiusura fine 2014 SP 500Il grafico dello SP 500 oggi si presenta così. Come detto 2000 punti è un target già raggiunto nella serata di ieri. Ora la palla passa al mercato e…come sempre alla politica monetaria….

Grafico SP 500

grafico sp 500

STAY TUNED!

Danilo DT

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

I need you! Sostienici!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Benchmark azionario USA: target raggiunto. , 10.0 out of 10 based on 1 rating
1 commento Commenta
pasolo
Scritto il 26 agosto 2014 at 15:50

2000 punti mentre il mib è a contatto con la trend che parte dagli ultimi massimi

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+