Bakkt : primo aumento di capitale a 182 Milioni

Scritto il alle 12:45 da Marco Dal Prà

 

Come promesso, eccovi la seconda notizia relativa a Bakkt, la società che presso il New York Stock Exchange curerà i Futures, la custodia dei bitcoin ed altri servizi relativi alle criptovalute. In particolare ci sono novità sui soci istituzionali che stanno partecipando all’operazione.

Ricordo che Bakkt è  una “sorella piccola” del New York Stock Exchange, dato che entrambe sono di proprietà di ICE.

Nel precedente articolo, che trovate qui, avevamo riportato i rumors di Coindesk sui possibili slittamenti delle autorizzazioni, che probabilmente causeranno un ritardo all’apertura della piattaforma, inizialmente prevista per fine mese.

Oggi vi propongo la traduzione del comunicato del 31 Dicembre scorso, redatto da Kelly Loeffler, CEO di Bakkt e moglie di Jeffrey Sprecher, fondatore e CEO dei Intercontinental Exchange Group e chairman del New York Stock Exchange.

La traduzione è stata curata dal sottoscritto.

 


Primo aumento di capitale: completato

di Kelly Loeffler

Sono lieta di confermare che abbiamo completato il nostro primo round di finanziamento di 182,5 milioni di Dollari da 12 partner e investitori che, come noi, credono nel futuro delle risorse digitali.

I partner ed investitori di questo primo round includono : Boston Consulting Group, CMT Digital, Eagle Seven, Galaxy Digital, Goldfinch Partners, Alan Howard, Horizons Ventures, Intercontinental Exchange, il braccio di venture capital di Microsoft, M12, Pantera Capital, PayU, il braccio fintech di Naspers e Protocol Ventures.

Il nostro lavoro oggi è incentrato sulla guida dell’accesso istituzionale per le risorse digitali, insieme agli usi per commercianti e consumatori, e stiamo già espandendo questa visione, collaborando con grandi aziende come Starbucks.

Condivideremo i dettagli durante il nuovo anno, ma come il nostro COO Adam White ed io lavoreremo negli obiettivi 2019 di Bakkt, ci concentriamo anche sulle opportunità di fornire nuove infrastrutture, tra cui il primo scambio regolamentato del settore istituzionale, servizi di clearing e warehousing per consegna e conservazione.

A tal fine, il nostro team ha lavorato a stretto contatto con la Commodity Futures Trading Commission per gran parte del 2018. A livello di settore, l’approvazione normativa per bitcoin consegnato fisicamente e custodito, stabilirà e amplificherà la voce delle autorità statunitensi così come il mercato dei beni digitali si evolve a livello globale.

Abbiamo depositato le nostre domande ed i tempi per l’approvazione si basano ora sul processo di revisione normativa. Forse hai già visto il recente articolo del Wall Street Journal – ” Primo contratto futures da pagare in Bitcoin pronto per la luce verde”  - notando il lavoro in corso di Bakkt con la CFTC.

Le aziende ed i clienti di clearing hanno continuato a unirsi a noi mentre lavoriamo per l’approvazione della CFTC. Abbiamo fatto grandi progressi a dicembre e continueremo a far parte dei clienti in attesa della “luce verde”.

Noi abbiamo lavorato per costruire nuovi mercati e prodotti molte volte prima di Bakkt. Quelli di noi che costruiscono Bakkt hanno guadagnato le competenze aiutando ad anticipare i mercati nei nascenti asset class, dall’energia ai derivati del credito ed ora ai bitcoin.

Il percorso verso lo sviluppo di nuovi mercati è raramente lineare: i progressi tendono a modulare tra innovazione, dismissione, reinvenzione ed, infine, accettazione. Ogni fase, che sia parte della scoperta o dell’avversità, alla fine rafforza il prodotto. Venti anni fa, era impensabile che merci o obbligazioni potessero essere scambiate elettronicamente su uno schermo e sono stati necessari molti passaggi per questa evoluzione.

In particolare, il 2018 è stato l’anno più attivo per le crypto nella loro breve storia decennale. Ciò è stato evidenziato dall’aumento degli investimenti nella tecnologia dei registri distribuiti e delle risorse digitali, nonché dalle metriche della rete blockchain come il valore delle transazioni bitcoin giornaliere e gli indirizzi attivi. Tuttavia, queste pietre miliari tendono ad essere messe in secondo piano dall’attenzione più focalizzata sul prezzo del bitcoin, che è stato visto da alcuni come un indicatore del potenziale della tecnologia.

Vale la pena notare che i principali cambiamenti tecnologici precedenti al 2000, come l’avvento dei telefoni cellulari negli anni ’80 e la diffusione di Internet negli anni ’90, non si svilupparono sotto la lente di tweet e social network.

Mentre l’accesso all’informazione quando si verifica l’innovazione tecnologica è estremamente prezioso, il rischio è un ingresso delle innovazioni sul mercato prima che abbiano la possibilità di maturare. Poche innovazioni hanno raggiunto il loro pieno potenziale nel loro primo decennio di sviluppo.

In Bakkt, ci concentriamo sul lavoro, sia a breve che a lungo termine, per sviluppare le applicazioni per le risorse digitali. La qualità del mercato, la regolamentazione, la scala, la sicurezza e l’utilità sono fondamentali per stabilire una solida base in cui l’innovazione possa prosperare.

Il nostro primo passo è stabilire la fiducia e l’infrastruttura che rafforzino la fiducia e accrescono la partecipazione a livello istituzionale e commerciale. Questo è un lavoro che deve essere fatto e siamo entusiasti di partecipare a questo sforzo su scala globale con l’inizio del 2019.

 

Link all’articolo originale sul sito Medium

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.0/10 (2 votes cast)
Bakkt : primo aumento di capitale a 182 Milioni, 9.0 out of 10 based on 2 ratings
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+