Aumento di capitale: dopo BPM tocca a Unicredit?

Scritto il alle 12:45 da Danilo DT

Come previsto il sistema bancario inizia a subire le conseguenze della normativa di Basilea 3 che richiede requisiti di liquidità importanti al mondo bancario. L’Italia non è immune da questo scenario e, dopo aver assistito all’annuncio dell’aumento di capitale di UBI, Monte dei Paschi di Siena, Banco Popolare, Intesa San Paolo, e ieri di BPM (Banca Popolare di Milano sta per varare un’ aumento capitale pari a circa 1.2 miliardi di Euro), il mercato oggi si domanda su cosa potrà fare il colosso che manca all’appello: Unicredit Group.

Grafico Weekly BPM Banca Popolare Milano

Secondo Citigroup la banca di Piazza Cordusio ha bisogno di liquidità e si parla di una cifra non certo da poco: 8.5 miliardi di euro, più di quanto hanno chiesto, insieme, Intesa San Paolo, Monte dei Paschi e UBI Banca.

Il CEO Ghizzoni smentisce qualsiasi ipotesi di aumento capitale, anche quella “prudenziale” che vedrebbe un AUC di “soli” 5.5 miliardi di Euro.
Ovvio che una notizia del genere potrebbe essere tremendamente destabilizzante se annunciata senza le dovute precauzioni, ovvero senza avere avuto la benedizione da parte degli azionisti forti i quali si sono detti disponibili a partecipare attivamente all’aumento (dando un chiaro segnale di volerci credere).
Ma il fatto che conta è un altro. Il sistema bancario continua ad essere in forte difficoltà e molti giochini di bilancio, che hanno nascosto partite, imboscato perdite e titoli tossici, non reggono più. E ci vogliono dei rattoppi, chiesti però in un momento di profonda difficoltà.

Grafico daily Unicredit Group

Ma non temete, l’Italia non è il peggior paese, anzi… Gli altri stanno peggio messi di noi, compresi gli USA che, guarda un po’, ogni tanto escono fuori con qualche news. Ultima in ordine cronologico quella della stessa Citigroup prima citata: venderà asset tossici per 12.7 miliardi di dollari. Hai capito? I signori vogliono sbolognarsi un po’ di materiale radioattivo che avevano nella loro discarica. E a chi lo cederanno? Al momento non si sa, ma…scommettiamo che alla fine, in modo anche indiretto, finiranno sulla collettività?

STAY TUNED!

DT

Sostieni I&M!

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace qui in basso a sinistra!  


Vota su Wikio!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+